Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Città che legge

Senza eccezioni, nemmeno fra i quadrupedi

Condividi su:

La più significativa novità che quest’anno cittadini e ospiti di San Salvo hanno potuto notare sono i cartelli stradali che segnalano “Città che legge”. Circa l’effettiva valenza di questa classificazione mi sono già occupato l’ 11 settembre scorso (leggi) riflettendo su una certa, diffusa, locale tendenza all’autocelebrazione.

Questa volta desidero, invece, proporre una personale e ironica interpretazione di un altro cartello che fa bella mostra di sé nella villa comunale, nelle immediate adiacenze della fontana dei vetri.

Un cartello che “secondo me” fa pensare che a San Salvo la lettura sia un’abitudine così largamente diffusa che la si è voluta promuovere anche fra i cani... se è vero, com’è vero, che il predetto cartello (riguardante i cani) è stato piantato raso terra, a un’altezza adeguata ai quadrupedi piuttosto che agli esseri umani (vedi foto).

Leggiamolo con attenzione: “È vietato lasciare vagare i cani e sporcare il suolo con deiezioni. I trasgressori saranno puniti con la sanzione di € 100,00”.

La prescrizione è prevista per chi sporca il suolo con deiezioni, e quindi è rivolta proprio a loro, ai nostri amici a quattro zampe, visto che notoriamente sono loro (fatta salva qualche rara eccezione umana) i trasgressori che rilasciano deiezioni... 

Perciò mi chiedo come farà il Comune a incassare le relative sanzioni, visto che non mi risulta che i cani abbiano una qualche dimestichezza con il denaro.

Comunque, buona lettura a umani e cani.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook