Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Incendi, roghi in contrade Lanciano, fumo visibile da chilometri

Evacuate abitazioni, 100 persone accolte in palazzetto sport

Condividi su:

 Un incendio si è verificato ieri nel primo pomeriggio in alcune zone delle campagne di Lanciano (Chieti), a ovest della città. Dopo alcune ore drammatiche la situazione è stata domata, non ci sono feriti, ma sono un centinaio le persone che hanno abbandonato per precauzione le abitazioni, a loro disposizione il Comune ha messo il palazzetto dello sport. Al lavoro diverse squadre dei Vigili del Fuoco, una quarantina gli uomini provenienti dal comando provinciale di Chieti e da tutti i distaccamenti della provincia, insieme a un elicottero e a due Canadair che si riforniscono di acqua alla Marina di San Vito Chietino; all'opera anche la Polizia di Stato, con il Dirigente delle volanti della Questura di Chieti, Antonello Fratamico, a coordinare tre Volanti di Chieti e due di Lanciano nelle operazioni di sgombero delle case, e i Carabinieri Forestale.
    Le zone interessate, ha precisato il sindaco Mario Pupillo sul posto, sono le contrade Nasuti, Santa Maria dei Mesi, Costa di Chieti, Madonna del Carmine e Sant'Amato, quest'ultima è quella da cui le fiamme sono divampate intorno alle 14 nel vallone per poi raggiungere, in pochi minuti, complice il vento, le case dell'area. Il fumo sprigionato dall'incendio di Lanciano è rimasto per ore visibile da un'ampia area sino al comprensorio chietino ortonese e da alcuni centri pedemontani come Orsogna dove il vento ha spinto la cenere.
    "I danni sono ingenti, purtroppo, per i terreni coltivati e il verde - dichiara il sindaco di Lanciano Pupillo - Ora l'emergenza è mettere al sicuro abitazioni e persone. Un grazie immenso ai Vigili del fuoco e agli straordinari piloti dei mezzi aerei impegnati per contenere i gravi disagi che questo incendio sta causando alla nostra comunità".

Condividi su:

Seguici su Facebook