Da San Salvo a San Severo per comprare droga e poi spacciarla: 'blitz' della Polizia

In totale sono undici gli arresti eseguiti sull'asse Puglia-Molise-Abruzzo

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

La Polizia di Stato di Foggia ha eseguito, nei comuni di San Severo (Foggia), San Giacomo degli Schiavoni (Campobasso), San Salvo e Casalbordino (Chieti),  11 misure cautelari per i reati di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, di detenzione e porto di arma clandestina e di ricettazione.

L’operazione che si è chiusa ha permesso di fermare lo spaccio nel quartiere San Bernardino del Comune di San Severo dove alcuni locali erano adibiti allo smercio della droga.

La rete di spacciatori agiva in base ad un modus operandi collaudato. L’acquirente, infatti, presi contatti telefonici con il venditore, lo raggiungeva a San Bernardino dove acquisiva lo stupefacente. La droga talvolta veniva consegnata direttamente dal venditore; in altri casi, invece, avvenuto l’incontro, il cliente veniva accompagnato in un luogo prestabilito dove prelevava egli stesso la droga in alcuni punti convenzionali, secondo le indicazioni ricevute, in locali adiacenti ai luoghi di spaccio, all’interno di intercapedini o sotto le tettoie difficilmente visibili dall’esterno.

Nelle comunicazioni telefoniche usavano linguaggi convenzionali, tipici degli ambienti malavitosi per indicare la droga, i punti di incontro e stabilire le modalità della cessione.

Per eludere eventuali controlli, i gruppi avevano creato un sistema di vedette con il compito di avvisare i componenti dell’organizzazione, della presenza delle forze dell’ordine.

Un’altra particolarità scoperta dai poliziotti riguardava l’eventuale sequestro della droga acquistata: esibendo allo spacciatore il verbale di sequestro si poteva ottenere il rimborso attraverso nuovo rifornimento di sostanza stupefacente.

Un locale, poi, era adibito a luogo dove i numerosi consumatori, dopo aver acquistato la droga, erano soliti intrattenersi per testare la qualità dello stupefacente.

L’indagine ha permesso di arrestare quattro persone provenienti dalle regioni limitrofe quali il Molise e l’Abruzzo che erano soliti comprare ingenti quantità di eroina e cocaina che poi veniva rivenduta nei paesi di residenza.

Nel corso dell’attività investigativa sono stati sequestrati, in particolare, sei chili di cocaina ed eroina, alcuni chili di marijuana e hashish e un arsenale di armi fra cui due pistole, munizioni e un kalashnikov. Questa mattina, invece, è stato sequestrato un immobile nel Comune di San Severo usato per lo spaccio e per il consumo di droga, con allacci abusivi di energia elettrica. All’interno dell’immobile, circondato da telecamere, è stato rinvenuto molto materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente e bigliettini riconducibili all’attività illecita.

Le indagini, sono state condotte dal Commissariato di P.S. di San Severo e dalla Squadra mobile di Foggia, in collaborazione con il Reparto prevenzione crimine e il supporto delle unità cinofile, degli artificieri e del Reparto Volo di Bari.

redazione

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK