Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cresce il mercato del pet food: le ultime tendenze

Condividi su:

Nelle prime settimane in cui si è sviluppata la pandemia da coronavirus, i settori del pet care e del pet food sono stati caratterizzati da un consistente aumento della spesa, anche perché le attività correlate sono state considerate come attività che non potevano essere rinviate. Infatti, la situazione di emergenza sanitaria ha dato il la a un contesto di panico in conseguenza del quale i proprietari di animali domestici, mossi anche dall’intento di fare scorta, hanno comprato in misura consistente prodotti per animali online e offline, spesso in maniera perfino eccessiva rispetto alle esigenze effettive dei loro amici a 4 zampe.

La situazione del mercato

Ecco, quindi, che si è generata per il mercato del pet food una curva delle vendite in crescita, sulla base di un trend non molto diverso da quello che ha contraddistinto altri settori: vedi quello del largo consumo confezionato, per esempio, o quello della grande distribuzione organizzata. Nel passaggio dal 2020 al 2021, comunque, la tendenza positiva non si è arrestata: nel nostro Paese il pet food ha continuato a crescere, e oggi tocca i 2 miliardi di euro come volume di affari totale.

Perché il mercato del pet food è in crescita?

Tanti sono i fattori che incidono su questa dinamica, anche di carattere generale. Il nostro, per esempio, è un Paese in cui la popolazione ha un’età media sempre più elevata, mentre i giovani si trovano a vivere in una condizione di incertezza. Ecco, quindi, che combinati tra loro questi due trend portano a una riduzione delle nascite che, non di rado, si accompagna a un incremento della presenza di animali domestici in famiglia. In Italia al giorno d’oggi ci sono più di 60 milioni di animali domestici, tenendo conto non solo di cani e gatti, ma anche delle tartarughe, dei pesci, degli uccelli e dei piccoli mammiferi. I vari lockdown che si sono susseguiti nel corso degli ultimi due anni hanno contribuito ad accrescere la sensazione di solitudine di molte persone, ed è così che ci si è rivolti agli animali da compagnia, sempre più presenti e sempre più importanti in milioni di nuclei familiari.

Zoofood, il negozio online di prodotti per animali

ZooFood è uno dei negozi online di articoli per i pet che hanno risentito in positivo di questi trend, e che ancora oggi offre un catalogo di prodotti di qualità davvero ampio e variegato. Qui si possono trovare, per esempio, croccantini e scatolette, ma anche lettiere, cucce, cuscini, tiragraffi, collari e guinzagli. Ma non è tutto, perché questo e-commerce mette a disposizione anche prodotti spot-on che aiutano a tenere alla larga le mosche, i pidocchi, le zanzare, i flebotomi, le pulci, le zecche e tutti gli altri nemici dei pet.

Padroni o genitori?

In questo scenario, va scomparendo l’abitudine di definirsi padroni di animali per considerarsi veri e propri genitori: il che comporta anche il prendersi cura dei pet come se si trattasse di figli. Dal punto di vista economico, questo comporta fra l’altro un incremento delle polizze assicurative veterinarie e un aumento della richiesta di alimenti naturali caratterizzati da standard di qualità più elevati. Crescono gli acquisti di articoli per la cura della casa che siano pet friendly, vale a dire non pericolosi per gli animali domestici dal punto di vista sanitario e igienico.

I prodotti per animali più venduti

Al di là del cibo per animali, il mercato sta crescendo anche per altre categorie merceologiche, coinvolgendo tutto il comparto degli accessori che sono deputati alla gestione quotidiana degli animali e al cosiddetto pet care. Ecco, quindi, che nel novero dei prodotti più venduti ci sono gli articoli per l’igiene, come i deodoranti, le spazzole, gli shampoo, le salviette, gli assorbenti igienici, i tappetini e i prodotti di bellezza; seguono, poi, i giocattoli, le ciotole, le cucce, i guinzagli, le tartarughiere, gli acquari, le voliere e gli utensili. Il più rilevante è il segmento degli articoli per l’igiene, per un valore che si aggira attorno ai 33 milioni di euro, mentre il giro di affari del settore dei giochi per animali è pari più o meno a 6 milioni.

Condividi su:

Seguici su Facebook