Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

DUE GIOVANI STUDENTI, DI VASTO E MONTEODORISIO, TRA I NUMEROSI DISPERSI NELL'"INFERNO" AQUILANO

Condividi su:
I giri delle lancette dell’orologio che segnano il tempo, nell’attesa di qualche buona notizia che, però, almeno fino a tarda ora, non è arrivata. Ha coinvolto direttamente Vasto ed il suo territorio il drammatico sisma che nella notte ha devastato l’Aquilano seminando morte, distruzione e disperazione. Due giovani studenti di Vasto e Monteodorisio risultano ancora tra i dispersi. Il primo risiedeva nella Casa dello Studente sbriciolatasi dopo la tremenda scossa delle 3.32, il secondo in un palazzo della vicina via Duca degli Abruzzi, nel cuore del borgo antico della città capoluogo di regione, la zona più di altre colpite, proprio per le caratteristiche ‘datate’ delle sue costruzioni, dal violento terremoto. Due giovani ragazzi in un lungo e doloroso elenco. Sotto le macerie, da ore. E, nelle vicinanze, le speranze ed il rincorrersi di sensazioni dei rispettivi familiari subito portatisi in zona, nel momento in cui, purtroppo, i loro amati non hanno più dato notizie. Una giornata lunga e triste, connotata pure dall’infaticabile ed incessante opera di vigili del fuoco e volontari, anche tanti studenti compagni di chi, purtroppo, è rimasto incastrato sotto quei ‘macigni’. Da una parte c’è comunque ancora una speranza. Dall’altra, purtroppo, solo dolore, il più atroce. E’ quello della dottoressa Fabiola Tamburro, moglie del professor Maurizio Vicoli, consigliere comunale a Vasto. Sotto le macerie dell’abitazione della sua famiglia a L’Aquila hanno perso la vita il papà Marino, 79 anni, la sorella Giuliana, 46 anni, e il nipotino Stefano che avrebbe compiuto 10 anni ad agosto. L’anziana madre è invece riuscita a scampare all’”inferno”, comunque seriamente ferita nel terribile crollo.
Condividi su:

Seguici su Facebook