Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Come scegliere a chi vendo diamanti

Condividi su:

Il diamante rientra certamente tra i gioielli più desiderati, anche se sono diversi i possessori che hanno, per vari motivi, l'esigenza di vendere tale gemma. 

Prima di effettuare questa operazione è di fondamentale importanza recuperare tutte le informazioni di interesse per capire il reale valore del gioiello e, di conseguenza, eseguire una buona trattativa.

A tal fine è conveniente affidarsi agli esperti del settore, i quali sono in grado di svolgere una valutazione diamanti accurata e veritiera. 

Coloro che hanno la necessità di vendere diamanti usati a Roma possono facilmente mettersi in contatto con l'azienda IGR-Diamanti Roma, la quale può vantare un'esperienza ultra-decennale in questo campo. 

Da cosa dipende il valore di un diamante?

Prima di tutto è opportuno specificare che il valore dei diamanti varia in base a numerosi fattori, anche se per effettuare una prima analisi si tengono in considerazione i cinque parametri fondamentali: caratura, purezza, colore, taglio, fluorescenza.

Con il primo si va ad individuare il peso della gemma, dal momento che il Carato viene utilizzato come unità di misura di riferimento; nello specifico, un Carato corrisponde a circa 0,20 grammi.

Il secondo fattore serve, invece, per indicare se all'interno della pietra ci sia o meno la presenza di inclusioni. In questo frangente se il diamante è interamente puro, ovvero privo di inclusioni, ha un alto valore, mentre se presenta delle inclusioni visibili anche senza lente di ingrandimento risulta essere meno importante.

In buona parte dei casi il colore dei diamanti varia dall'incolore a un giallo paglierino intenso. La scala di riferimento va dalla lettera D (incolore) alla Z (leggermente gialla). A ogni modo, bisogna precisare che esistono anche gemme nere o con colori che non hanno nulla a che vedere con la scala appena descritta.

Il taglio del diamante, classificabile da Excellent a Poor, è dipendente dalla qualità di lavoro eseguita dall'operatore che ha provveduto alla realizzazione della forma della pietra. Il giudizio viene effettuato in base alle proporzioni, alla simmetria, nonché alla pulitura della gemma.

La fluorescenza nei diamanti si stabilisce con la quantità di luce che emettono questi ultimi quando sono esposti ai raggi UV. La classificazione, in questo caso, è compresa in un range che va da None a Very Strong.

Per capire quale sia il prezzo di acquisto diamanti è, quindi, importante valutare tutti questi parametri, ragion per cui è possibile che un piccolo diamante possa avere un valore nettamente maggiore rispetto a uno più grande, dal momento che le caratteristiche da tenere in considerazione sono molteplici.

L'importanza della certificazione dei diamanti

Per avere la possibilità di vendere la propria pietra preziosa al giusto prezzo è di assoluta importanza che quest'ultima sia in possesso della certificazione rilasciata da un istituto gemmologico riconosciuto a livello nazionale e internazionale.

Infatti, i diamanti certificati hanno un valore nettamente maggiore rispetto a quelli che non hanno la documentazione di interesse, dal momento che i primi presentano nel dettaglio tutte le informazioni relative ai parametri descritti in precedenza. In tale ottica, è quindi molto importante accertarsi della presenza di questa documentazione anche quando si provvede all'acquisto di un diamante.

Le gemme che presentano l'apposito certificato facilitano di non poco la valutazione del gioiello, visto che chi procede all'analisi ha dei dati da cui partire. In questa occasione l'operatore dovrà anche procedere ad effettuare un esame relativo allo stato della pietra e alle sue condizioni di usura, in quanto un diamante usato può essere soggetto ad abrasioni e a danni sulla superficie che inizialmente non si riescono a individuare ad occhio nudo.

Chiaramente, anche un diamante privo di certificazione può essere ispezionato per essere venduto, anche se bisogna immediatamente precisare che la mancanza di un attestato di autenticità incide negativamente sulla valutazione effettuata dall'esperto.

Si evince facilmente che, a prescindere dal fatto che la pietra sia o meno dotata del certificato gemmologico, è di assoluta importanza affidarsi a un'attività onesta che opera nel settore da più anni.

Qual è il modo migliore per vendere i diamanti usati?

Per vendere il proprio diamante usato senza alcun tipo di problema è opportuno affidarsi ad aziende esperte che sono in grado di effettuare una valutazione accurata del gioiello. Tra queste spicca certamente IGR Diamanti Roma, che è uno dei Compro Diamanti Roma più conosciuti ed affidabili..

Presso la sede nel quartiere Appio Latino viene eseguita un'analisi minuziosa del diamante in questione, al fine di poter garantire al cliente il miglior prezzo di acquisto.

Per effettuare una valutazione quanto più accurata possibile l'azienda utilizza come listino di riferimento il Rapaport, ovvero quello più famoso e importante al mondo nel settore dei diamanti.

Condividi su:

Seguici su Facebook