Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Caro energia, rischio stangata per i Comuni

Aumentati i costi di luce e gas di cinque volte in due anni

Condividi su:

Sono tornate in piena attività le scuole, anche nella nostra Regione le aule sono nuovamente animate dalle migliaia di alunni e alunne. Tra le incertezze di questo nuovo anno scolastico i timori per l’aumento di luce e gas, una spada di Damocle che pende su famiglie, associazioni, scuole e ogni altro ente ed istituzione. Comuni compresi ovviamente. 

Secondo una rilevazione del Codacons i costi per l’energia sono aumentati del 500% in due anni per i Comuni e nei prossimi mesi potrebbe esserci un nuovo raddoppio. 

Secondo uno studio di Fondazione Gazzetta Amministrativa per la ricerca e lo sviluppo è L’Aquila a subire il conto più salato per l’energia elettrica: 3 milioni e 100mila euro nel 2020. Il Comune di Teramo nel 2020 ha speso 1,7 milioni di euro per l’energia elettrica, 236mila euro per il gas. Chieti ha speso 1,3 milioni per l’energia elettrica, 481mila euro per i riscaldamenti, Pescara 816mila euro per l’energia elettrica, 430mila per il gas. 

Il Comune di Montesilvano con 1,2 milioni per l’energia elettrica e 505mila per i riscaldamenti ha affrontato un conto superiore persino alla Regione Abruzzo che si è fermata ad un milione per l’elettricità e 464mila euro per il gas. 

L’amministrazione del capoluogo guidata dal sindaco Pierluigi Biondi ipotizza razionamenti l’anno prossimo, considerando anche lo stanziamento di cinque milioni in più quest’anno rispetto al 2021 per il pagamento delle utenze. Il Presidente della Provincia di Chieti Francesco Menna ha già disposto l’aumento delle tariffe per l’uso delle palestre scolastiche da parte delle associazioni sportive. Un aumento che, in moltissimi casi, rappresenta un raddoppio. L’Amministrazione comunale di Chieti guidata dal sindaco Diego Ferrara sta puntando su un piano di riqualificazione energetica dell’illuminazione pubblica e degli impianti di riscaldamento. 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook