Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

'Cento città contro il dolore' a San Salvo

Condividi su:

Informare i cittadini sulle terapie a disposizione contro il dolore e gli indirizzi dei centri specialisti presenti nel territorio dove recarsi per ottenere consigli e aiuto. Che si tratti del mal di schiena, del mal di testa o da patologie del sistema nervoso, che siano di origine oncologica o traumatica. È questa la mission della Fondazione ISAL che ha fatto tappa a San Salvo in piazza Papa Giovanni XXIII nell’ambito della quarta edizione della Giornata mondiale Cento città contro il dolore. Amici della Fondazione ISAL, Acli e Pro Loco di San Salvo in piazza con medici e volontari per informare sulle terapie e sui centri specialistici oltre a raccogliere fondi per la ricerca scientifica.

Per gli Amici di Isal c’era il dott. Eugenio Spadano, medico chirurgo e già dirigente dell’Asl Lanciano-Vasto-Chieti nonché presidente del Consiglio comunale di San Salvo, e l’infermiera Elia Maria Di Ciano, del team U.O. Cure Palliative Hospice Nad dell’Asl Lanciano-Vasto-Chieti diretta dal dott. Pierpolo Carinci, che hanno fornito informazioni utili a quanti si sono fermati allo stand allestito nei pressi del Comune. 

«San Salvo ha dato la sua disponibilità – ha detto Spadano – per promuovere l’iniziativa della Fondazione Isal e la risposta dei cittadini è stata davvero encomiabile a dimostrazione della elevata sensibilità alla problematiche sociali e sanitaria».

Hanno portato i loro saluti il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, e il presidente della Commissione permanente regionale alla Sanità, Mario Olivieri. Soddisfatto Francesco Toscano, del Circolo Acli di San Salvo che ha supportato l’iniziativa.
È stato ricordato che Il dolore cronico è quel dolore che dura più di sei mesi e diventa una vera e propria malattia, che compromette la qualità della vita e le relazioni personali. Una tragedia invisibile e spesso trascurata, che in Italia si stima colpisca 12 milioni di persone, il 20% della popolazione, causando ogni anno la perdita di oltre un miliardo di ore lavorative e la spesa di circa due miliardi di euro per prestazioni e farmaci.

La Giornata mondiale Cento città contro il dolore è organizzata sotto l’Alto patronato della Presidenza della Repubblica, con il patrocinio di Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Ministero degli Affari Esteri, Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani) e Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), con il contributo incondizionato di Grunenthal e con il sostegno di Carta BCC, Life Episteme Italia, Fontedoro, pastificio Masciarelli, Alaska Sas e Di Nino Trasporti.

Per informazioni:
Dott. Eugenio Spadano, tel. 338.4213339, e-mail eugeniospadano@gmail.com
Fondazione ISAL, tel. 0541.725165, e-mail info@fondazioneisal.it, sito www.fondazioneisal.it

Condividi su:

Seguici su Facebook