Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Le scuole di via Firenze e via De Vito impegnate nella 'Settimana della scienza'

Condividi su:

Sono stati momenti di grande crescita formativa, oltrechè di straordinario coinvolgimento e anche divertimento, quelli che hanno visto coinvolti e sorprendentemente attenti e incuriositi sia i piccolissimi alunni della scuola dell’infanzia di via Firenze che i compagni più grandi della primaria di via De Vito nell’ambito del progetto Io scienziato per gioco.

L’iniziativa  si colloca all’interno delle iniziative attivate dall’Istituto Comprensivo n. 1 per la Settimana della Cultura scientifica e tecnologica, tema sul quale la Salvo D’Acquisto, nell’ambito della propria offerta formativa dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado (che la prossima settimana sarà a Genova per il Festival della scienza)  investe molte risorse.

I momenti di approfondimento su argomenti che solitamente appartengono solo agli studenti più grandi sono stati guidati dalle professoresse operanti nella scuola media di via Scopelliti, Stefania Arbia e Angela Piccirilli e hanno visto anche la partecipazione del Comune di San Salvo attraverso la  figura dell’assessore al settore Maria Travaglini.

«Io scienziato per gioco è stata l’opportunità per mostrare anche ai bambini più piccoli attraverso semplici esperimenti quanto la scienza e la tecnologia, indispensabili per comprendere e governare il mondo contemporaneo e usualmente viste come qualcosa di distante e di difficile trattazione, possano invece essere affascinanti ma anche divertenti e alla portata di tutti attraverso l’approccio sperimentale».

Nelle parole del dirigente scolastico Anna Paola Sabatini la sottolineatura delle grandi opportunità indiscutibilmente offerte da un’unica istituzione che possa prendere in carico il bambino dai tre ai quattordici anni potendo in questo modo offrire un iter educativo e formativo che a partire dalla scuola dell’infanzia segua un percorso e un’idea unitaria, e  possa altresì contare sull’utilizzo nella propria quotidianità del valore aggiunto derivante dallo scambio nell’ambito dei diversi ordini di scuola - e a costo zero per le famiglie - tra figure professionali specializzate come in questo caso specifico.

Condividi su:

Seguici su Facebook