Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

I Cobas entrano alla Bravo

Condividi su:

Finalmente un gruppo di giovani operai ha manifestato la propria volontà di costituire un nucleo Cobas presso la Bravo S.r.l. di San Salvo. La Confederazione Cobas entra da oggi anche in questa azienda presso cui lavorano oltre 350 dipendenti.

Con grande coraggio e senso di responsabilità, un gruppo di giovani operai ha deciso di adoperarsi per migliorare la propria condizione lavorativa. Ogni iscritto Cobas promuove iniziative di lotta nei luoghi di lavoro, atte a contrastare ogni forma di sopruso.

Lo sa bene Mario Teodoro Menna, giovane operaio, che, dopo svariati anni di lavoro precario, si è visto licenziare da Bravi e, dopo essersi rivolto ai COBAS e aver promosso un'azione legale, ha ottenuto un contratto a tempo indeterminato.

Mario e gli altri, hanno deciso di provare a migliorare la loro condizione di lavoro e di farlo iscrivendosi ai Cobas. Come Confederazione Cobas siamo orgogliosi di aiutarli e supportarli in questa battaglia di difesa e tutela dei loro diritti di lavoratori.

La loro giovane età, la volontà di non cedere alle intimidazioni, dà a tutti i Cobas presenti nelle realtà locali, come Pilkington, Denso, Arkema, Fiat, Poste Italiane, rinnovato spunto e volontà di perseguire sempre e con maggior impegno l’obiettivo comune di tutelare i lavoratori e migliorare le loro condizioni nei luoghi di lavoro.

«Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!» (E.C.G.).

Condividi su:

Seguici su Facebook