Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

'Abruzzo inclusivo', il Comune di San Salvo primo nella graduatoria provinciale

Condividi su:

Inclusione sociale e capacità di individuare opportunità di occupazione in particolare per le fasce più deboli. Il Comune di San Salvo è riuscito ad aggiudicarsi la prima posizione assoluta per la provincia di Chieti nel bando Abruzzo inclusivo predisposto dalla Regione Abruzzo. Comune capofila nell’ambito sociale Costa Sud, l’amministrazione comunale si è visto riconoscere l’impegno e la validità del progetto presentato.

«Grazie all’impegno e alla competenza del personale in servizio nell’assessorato alle Politiche sociali – dice il sindaco Tiziana Magnacca – siamo stati bravi e soprattutto preparati nel rispondere al bando Abruzzo inclusivo che ci consentirà di sostenere economicamente per 8 mesi persone in condizione di fragilità e di disagio sociale e con svantaggio socio occupazionale».

Abruzzo inclusivo è riservato a soggetti inoccupati o disoccupati con più di 45 anni di età, a donne vittime di violenza, alle fasce deboli (disabili fisici o psichici, a persone in condizione di indigenza.

«Come linea di condotta di questa amministrazione comunale – aggiunge il sindaco – la graduatoria terrà conto della composizione del nucleo familiare, della situazione economica e patrimoniale del richiedente, dell’anzianità di disoccupazione e della condizione di invalidità».

Con apposito bando pubblico verranno resi noti i termini e le modalità di adesione per presentare idonea domanda.
«Il nostro costante e continuo impegno per le fasce più svantaggiate ci consentirà, attraverso specifica attività riabilitativa, di conseguire l’obiettivo di inclusione e dell’integrazione sociale delle persone selezionate per questo progetto» spiega l’assessore alle Politiche sociali Maria Travaglini.

Condividi su:

Seguici su Facebook