Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Eugenio Spadano sull'ultimo consiglio comunale: «Opposizione divisa»

Condividi su:

La seduta di consiglio comunale di San Salvo del 23 maggio era stata caricata di grande significato politico in quanto su di esso, essendo una seduta di consiglio ordinario, in cui si portavano in approvazione il bilancio consuntivo 2014 e preventivo 2015, erano stati accesi i riflettori, al fine di saggiare la consistenza della maggioranza e la capacità di superare una fase che, a detta degli esperti, era molto delicata.

Il consiglio comunale è durato circa 9 ore, molte delle quali passate a discutere su documenti politici presentati dalla minoranza, e sui quali la minoranza stessa ha dato sicuramente battaglia e ha espresso il meglio di sé.

Poi quando si è arrivati a discutere dei documenti relativi ai bilanci, stranamente e gradualmente i loro numeri sono andati progressivamente decrescendo, fini ad arrivare, da sette a tre. Infatti il bilancio di previsione è stato approvato con 10 voti favorevoli, quelli della maggioranza, e tre contrari, quelli della minoranza.

Non è dato sapere ciò che è accaduto nelle loro fila, ma ciò che è sembrato evidente è che la minoranza presente in Consiglio Comunale a San Salvo è in grande difficoltà, molto divisa, con poche idee (cosa che spesso loro hanno paradossalmente rimproverato alla maggioranza) e, in ogni caso, a parte la buona volontà di pochi, non nelle condizioni di poter assumere un ruolo di governo in alternativa a quello attuale.

Dall’altra parte, la maggioranza e la giunta comunale, con a capo il sindaco Tiziana Magnacca, hanno dato dimostrazione, sia nella realizzazione del programma elettorale, vedi approvazione del conto consuntivo, sia nella programmazione dei prossimi due anni che restano, vedi approvazione del bilancio di previsione, che i tre anni passati, dall’inizio del mandato, li hanno visti lavorare sodo, con grande umiltà e con senso di responsabilità e competenza.

La cittadinanza questo lo ha compreso, e le innumerevoli iniziative e opere messe in campo in questi tre anni passati, seppure con le grandi difficoltà finanziarie e normative del momento, hanno dato una immagine positiva  di questa Amministrazione, sia ai cittadini di San Salvo che a quelli di fuori San Salvo.

Questo dato è evidente e dimostra che, al di là delle invettive di chi non si è reso conto che la politica è cambiata, e che i tempi non permettono di procedere con la testa rivolta all’indietro, la strada che l’amministrazione di San Salvo ha intrapresa tre anni fa, va proseguita con la stessa umiltà e lo stesso impegno, se possibile aumentandolo, allo scopo di permettere a San Salvo di proseguire su una linea più attuale e più rispondente alle esigenze sociali e culturali della nostra comunità.

Condividi su:

Seguici su Facebook