Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Cinghiali e filiera, Febbo: in regione regnano solo confusione e pressappochismo

Ennesimo annuncio di un Bando ma il mondo agricolo non riceve ancora nulla

| di Mauro Febbo
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

"Poche idee, un po' ambigue e molto confuse sono quelle espresse dall'esecutivo regionale ed in modo particolare dall'assessore regionale Pepe in merito al problema dei cinghiali e in modo particolare alla costituzione delle filiere attraverso la Misura 16.4 del Programma di Sviluppo Rurale". Questo il commento del consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che sottolinea quanto segue: "È del tutto evidente come all'interno della Regione regna ancora caos e pressappochismo sopratutto inerente l'annoso problema dei cinghiali. Ricordo come il Bando, di cui parla l'assessore Pepe, riguarda esclusivamente la prima fase inerente la solo costituzione e aggregazione dei partenariati che in un secondo momento potranno, se vorranno, rispondere ad un specifico avviso del PSR (16.2) che tutt'oggi non esiste.

Infatti, nel bando 16.4 è scritto letteralmente che questa prima fase non determina nessun finanziamento a valere sul PSR. Conoscendo, poi, - continua Febbo - la reale e drammatica situazione in cui versa l’amministrazione regionale non credo che la Misura 16.2 uscirà presto visto i tempi biblici che porta questa Regione nel pubblicare i bandi, emanare le graduatorie e spendere le risorse. Infatti, il bando 16.4 era uscito la scorsa estate. Inoltre, cosa più grave, non credo che l'assessore regionale alle Politiche agricole Pepe conosca già quali e quanti aggregazioni di partenariati parteciperanno al prossimo bando della Misura 16.2 per la costituzione di filiere e chi di loro sarà finanziato dai fondi del PSR?! Pertanto invito ad evitare certe affermazioni sulle filiere e soprattutto sul grave problema dei cinghiali che non può essere risolto semplicemente con un mattatoio e con la produzione di carne. Potrebbe e spero che diventi un concreto contributo a questa inarrestabile proliferazione di animali selvatici sul nostro territorio che sicuramente va arginato ma sicuramente prima concertato con ASL, cacciatori e associazioni attraverso strumenti, leggi, norme e finanziamenti certi oltre a realizzare una seria filiera produttiva di carne di cinghiale. Infine - conclude Febbo - invito, invece, Pepe ad accelerare la pubblicazione della graduatorie delle misure chiuse da tropo tempo come quelle sugli investimenti e ammodernamento delle proprie aziende agricole (4.1 e 4.2) poiché dopo un anno e mezzo gli imprenditori sono ancora di vedere un solo euro di contributo del nuovo PSR".

Mauro Febbo

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK