Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Parrocchie 2.0: il nuovo blog di Maria Napolitano

Raccontare la vita delle parrocchie nella sua veste umana, avvicinare il mondo di Dio agli uomini

Condividi su:

Parrocchie 2.0, il nuovo blog di Maria Napolitano.

Visita il blog Parrocchie 2.0

Giornalista della nostra piattaforma, anche Maria, come Pasqualino (qui il link), aderisce ad uno dei nuovi progetti di .net. 

Il servizio Blog4, crea un blog gratis, nato dalla mission della nostra azienda, secondo cui tutti dovrebbero avere un blog per poter esprimere la propria opinione.

Ed è proprio così che nasce il blog di Maria, un blog che ha voglia di raccontare la vita della parrocchia, "sulla sua struttura, sulla sua storia, sul suo patrimonio artistico, sui vari movimenti e gruppi che la animano, sulle persone che la frequentano e che vivono nella pienezza il proprio essere cristiani. Il raccontarne la bellezza e informare sui vari eventi che si vivono all’interno di essa equivale ad annunciare la meraviglia della lieta novella anche a chi non la conosce. Tutto questo utilizzando in maniera professionale il web chè è diventato uno dei “luoghi” in cui l’uomo vive."

Utilizzare il web in un'ottica completamente diversa, come motore propulsore di una chiesa sempre più comunicativa, unita e collaborativa

"Questo blog vuole essere un portale a disposizione dei sacerdoti e delle chiese locali per dare tutte le informazioni/inviti possibili su celebrazioni ed eventi e attività religiose del territorio, dare testimonianza della bellezza della lieta novella, evangelizzare, promuovere il turismo religioso".

"Inoltre vuole divenire un motore propulsore con cui le parrocchie, i vari movimenti e gruppi di preghiera presenti in ogni singola città comincino dei percorsi di collaborazione e di reciproco aiuto per dare anche a chi non frequenta non un immagine di “stanze a chiusura stagna” ma essere quel segno di unità di cui parla San Paolo."

Clicca qui per visitare Parrocchie 2.0

Se vuoi aderire anche tu al progetto, clicca qui !

 

Condividi su:

Seguici su Facebook