Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La "Porta di la terra", la storia di Angelic di sciuerette

A 25 anni dalla prima rappresentazione, attraverso il teatro la storia di una città

Condividi su:

Sono passati 25 anni dalla prima rappresentazione che si tenne presso il cineteatro Odeon a San Salvo. Uno degli ultimi spettacoli che avrebbe ospitato il vecchio cinema della famiglia Tomeo, costretto a chiudere di li a pochi mesi.

"La Porta di la Terra", fu un evento a San Salvo, inaspettatato. I primi spettatori arrivarono per amicizia, nei confronti dei numerosi attori, poi la voce si sparse. Si parlava della città, della sua storia, di personaggi molti dei quali oramai morti, ma ancora presenti nei cuori e nell'esempio. 

La Porta di la terra, parlava nel dialetto sansalvese, poche le parole in italiano, della crescita, delle tradizioni, dei usi, della nostra città. Per molti fu come guardarsi allo specchio, guardando verso quel palco, lo spettatore si riconosceva in quei personaggi, facevano parte dei racconti familiari, dei ricordi di famiglia.

Quattro ore di spettacolo, in cui il regista e autore Angelo Pagano, aveva riassunto sessant'anni di storia, non parlando dal punto di vista dei "personaggi" importanti, ma facendo parlare un uomo del popolo Angelic di sciuerette, interpretato da Felice Tomeo, che in quello spettacolo, in quella rappresentazione, riuscì ad esprimere tutte le sue capacità di attore, non comico, come in tanti sono abituati oggi a vederlo, ma vero, emozionando entrando nell'intimo di ogni spettatore, commuovendo.

Ed è Angelic di sciuerette ad aprire lo spettacolo, "Io non sono stato per San Salvo un personaggio che ha fatto la storia, che si è messo in mostra, in negativo o in positivo, ma bensì uno del popolo, un sansalvese verace, una persona comune, che molto spesso, essendo l'ultima ruota del carro, ha subito i "grandi uomini", in poche parole non sono stato un personaggio da "davanti la farmacia", scusate lo speziale".

Attraverso la storia di Sciuerette, si narrano gli anni di passaggio, da una economia agricola, in cui la vita si svolgeva davanti alla Porta di la Terra, ad una economia industriale, in cui la necessità della crescita, fece in troppi casi dimenticare la storia di una comunità, abbattendone i simboli, per far entrare il progresso, quella porta venne abbattuta per far entrare gli autobus degli operai pendolari, nella piazza, oggi di nuovo chiusa, il progresso oggi galoppa altrove.

Una memoria, che Angelo Pagano e la Compagnia di Teatro Sperimentale"Renato Bevilacqua", volle tentare di recuperare, e per molti sansalvesi ci riuscì. Decine furono le repliche, migliaia i sansalvesi che assistettero a quello spettacolo, che rimase da allora nei ricordi e nel cuore di ogni attore, di ogni spettatore, in tutti coloro che da una parte o l'altra del palco, furono avvolti dalle risa, molte di gioia e molte amare.

Sansalvonet vi ripropone quello spettacolo, grazie alla disponibilità della Compagnia di Teatro Sperimentale, di Angelo Pagano e grazie soprattutto a chi quelle riprese le fece Alfonso Foto Clic, infatti grazie a lui oggi quei momenti, sono oggi ancora fruibili.

I componenti della compagnia del 1991 furono:

Felice Tomeo - Roberto Lamelza - Domenico Menna - Domenico Pacchioli - Francesco De Santis - Gabriele D’Alfonso - Agostino Monteferrante - Pasquale Cilli - Elodia Luciani - Claudia Carlitti - Osvaldo Menna - Doris Schiarizza - Antonella Catalli - Daniele De Filippis - Berardo Faraone - Giuseppe Colameo - Nicola Civitarese - Mario Torricella- Ursula Boschetti - Daniela Ferrante - Manfredo D’Alessandro - Iolanda Mucilli - Antonio Di Petta - Giuseppina Boschetti - Vitale Torino - Angela Del Plavignano, costumi - Renato Bevilacqua, parrucchiere - Concetta Romandia, parrucchiera - Paolo Dongu & Agostino Monteferrante, scenografia - Foto Clic Alfonso, foto di scena -  Alfonso Franciotti, organizzazione - Enza D’Ambrosio, arredamenti - Marino, luci - Giancarlo Antenucci, musiche e audio - Verusca & Catia, trucco - Nicola Fiore & Antonio Di Giovanni, attrezzisti - Angelo Pagano, regista.

Video e Montaggio di Foto Clic Alfonso

Condividi su:

Seguici su Facebook