Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

“Gli occhi di Cécile” di Oriana Guarino finalista al Buk Festival

L'insegnante dell'Istituto Superiore Mattioli, tra i finalisti del premio della piccola e media editoria a Modena

Condividi su:

Oriana Guarino docente di ruolo dell’Istituto Superiore “Mattioli” di San Salvo,  dove insegna Filosofia e Storia presso  il Liceo Scientifico, sarà finalista al premio letterario Buk Festival della piccola e media editoria, che si terrà a Modena presso l’auditorium “Marco Biagi” nei giorni di sabato 18 e domenica 19 febbraio.

Parteciperà con il suo ultimo romanzo “Gli occhi di Cécile” Robin Edizioni. Sabato 18 febbraio, dunque, verrà svelato il vincitore tra i dodici finalisti provenienti da tutta Italia.

Oriana Guarino nata a Salerno ha vissuto tra Milano, Roma e Firenze fino al 2015, anno in cui decide di stabilirsi in Abruzzo.

Inizia a scrivere in giovane età. Pubblica il suo primo libro nel 2008. “Gli occhi di Cécile” è un romanzo a sfondo autobiografico in cui l’autrice ripercorre alcuni momenti della sua vita di bambina, ragazza e donna attraverso un’analisi introspettiva della propria esistenza.

Il Buk Festival è una manifestazione ideata da Francesco Zarzana, organizzata da Progettarte, con la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio, il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia Romagna, Comune di Modena, ALDA (European Associatin for for local Democracy) con sede presso il Consiglio d’Europa di Strasburgo.

Nella scorsa edizione, il Buk Festival ha raccolto più di 20mila visitatori, con contatti nei siti di riferimento di oltre 50mila visitatori.

Un premio di prestigio, quello che potrebbe vincere Oriana Guarino, in bocca al lupo!

Condividi su:

Seguici su Facebook