Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

“ Fòrte e gendìle” come ….Lara!

Condividi su:

Mercoledì 28 marzo, Lara Molino è stata ospite dell’Istituto Comprensivo 2 per “Note in rosa”. È stata lei, dulcis in fundo, a concludere le tante iniziative relative al “Marzo rosa 2018” del nostro Istituto; scelta non casuale per un istituto ad indirizzo musicale!

Simpatica e grintosa, con la chitarra, strumento che l’accompagna dalla sua primissima infanzia, e l’armonica ha coinvolto gli alunni nel “racconto delle sue canzoni”. Ha affascinato con le storie del brigante Pomponio  e delle sue scorribande, del suo motto “Per vincere Pomponio ci vuole un gran demonio”, e delle donne sansalvesi che hanno ispirato i suoi pezzi. Ha entusiasmato con l’esecuzione di alcuni pezzi del suo ultimo lavoro, “ Fòrte e gendìle”,  dal ritmo e avvolgente travolgente.

Ha risposto alle tantissime domande dei bambini regalando loro la passione, le difficoltà, le emozioni che la animano nel suo lavoro: un lavoro a tratti faticoso, che rimane addosso in ogni attimo della giornata, ma pieno di quel fascino che trova ispirazione in tutte le situazioni che un artista vive quotidianamente.  Rispondendo alle domande, ha raccontato della sua prima chitarra, trovata in casa e non perfettamente funzionante, di una zia lungimirante che ha suggerito ai genitori di assecondare la sua passione per quello strumento, della sua prima canzone, dettata dal desiderio di fare un regalo alla sua mamma quando, troppo piccola, non aveva altro mezzo che la sua “arte in erba”, e della gratitudine verso il papà Michele, cultore delle tradizioni abruzzesi e sansalvesi e custode, insieme a pochi altri, del nostro dialetto.

Ha sfidato i bambini ad una composizione improvvisata invitandoli ad inventare una frase e in pochissimi minuti i “brevi testi” di Federico e Vincenzo, musicati da Lara sono diventati canzone eseguita da un coro di 150 bambini.

Grazie Lara per il dono che ci hai fatto; per averci lasciato una carica di energia positiva, per averci ricordato quanto sia importante credere in se stessi, per averci raccontato tutta la “bellezza” dell’arte. Grazie a te...donna fòrte e gendìle.

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook