Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Impegno esterno con il Capistrello per il San Salvo

Il mister dei biancazzurri: «Contro la squadra granata con il dente avvelenato»

Condividi su:

Le vittorie servono per ritrovare la serenità, sicurezza in campo, compattezza, forza morale. La vittoria del San Salvo con la blasonata squadra vastese ha ricreato nella tifoseria sansalvese quel bellissimo clima euforico che da alcune domeniche si stava notevolmente abbassando. Infatti i 2 punti nelle ultime 5 giornate di campionato avevano fatto storcere la bocca ai tifosi biancazzurri. Ora a quota 31, i biancazzurri, possono continuare a giocare con più tranquillità ed efficacia, anche se per considerarsi salvi dovranno ancora patire.

Negli ultimi impegni, l’allenatore Gallicchio, ha avuto a disposizione tutta la rosa dei giocatori. I buoni risultati non sono venuti a mancare: pareggio con il River Casale, vittoria per 1 a 0 sulla Vastese di mister Lemme. Contro i biancorossi, l’allenatore sansalvese ha voluto dare una sterzata al modulo di gioco. Non più uno schieramento a due punte, ma ad una sola punta con Marinelli al centro del campo. Il gioco della squadra biancazzurra è cambiato come la notte e il giorno.

Il centrocampo, nota dolente della squadra, è diventato il punto nevralgico della costruzione del gioco. Il mister biancazzurro per rendere pratica la didattica della nuova impostazione di gioco non può prescindere dal contributo di Cappelletti. L’ala biancazzurra con le sue puntate veloci riesce a creare spazio alle incursioni a tutto campo di Marinelli. Peccato che il rendimento in campo di Cappelletti non è costante. Se migliorasse nel dribbling diventerebbe un fenomeno calcistico.

La squadra sansalvese si recherà domani nella tana del Capistrello. Serve ai biancazzurri un’altra prova di carattere. La forte e baldanzosa squadra di Scatena continua a generare ottimi risultati: quarta in classifica con 43 punti, 11 vittorie, 3 sconfitte, 37 gol segnati e 25 subiti. Un carro armato che non ha avuto mai una flessione di gioco. Se confrontiamo le 3 sconfitte dei granata e le 11 sconfitte dei sansalvesi, potremmo dedurre che c’è una netta differenza di forza tra le due compagini.

Il San Salvo ringalluzzito dalla splendida vittoria con i cugini vastesi, si presenterà a Capistrello con le credenziali altissime. Gallicchio ha sempre fatto capire che la sua squadra contro i granata cercherà il colpaccio. Nel Capistrello sarà assente Venditti squalificato. La squadra sansalvese giocherà al gran completo. Sarà in campo anche Quaranta che fino a ieri ha accusato forti dolori addominali. Nel match d’andata al 'Bucci' le due formazioni si sono divise la posta (1 a 1) con gol di Miccichè al 17’ del primo tempo e Marinelli al 24’ della ripresa che ha trasformato un calcio di rigore. Al termine della rifinitura di venerdì il tecnico della squadra biancazzurra si è espresso così: «La mia squadra è in forma smagliante. Non ci sono né squalificati né infortunati. Il Capistrello è una squadra fortissima, non per niente ricopre il quarto posto in classifica. Scenderemo in campo determinati a raccogliere il punteggio più alto. Non abbiamo paura della squadra granata. Anzi a dire il vero con la squadra di Scatena abbiamo il dente avvelenato, pertanto lotteremo fino alla morte per conquistare il risultato pieno. La nostra intenzione è di continuare la striscia positiva».

Anche il Capistrello cercherà ad ogni costo la vittoria, per non far guadagnare punti al Pineto che giocherà in casa con l’Alba Adriatica. Il San Salvo mira a raggiungere la Vastese, che dovrà vedersela in casa con il pericoloso Avezzano. Sarà una partita al fulmicotone.
La probabile formazione del San Salvo: Mainardi, Felice, Ramundo, Vitiello, Lapiccirella, Fiore, Cappelletti, Quaranta, Marinelli, Vinciguerra, Del Borrello.
Dirigerà la gara: Paterna di Teramo coadiuvato da Alessi e De Remigis di Teramo.

Condividi su:

Seguici su Facebook