Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L’Acquaesapone vuole mettere lo sgambetto al San Salvo

L'allenatore Gallicchio «Dobbiamo essere umili e affamati»

Condividi su:

Domani pomeriggio si giocherà per la nona giornata del campionato d'Eccellenza. Il San Salvo, in testa al campionato da tre turni, si è allenato intensamente nei pomeriggi  di  questa settimana, sotto una pioggia torrenziale. Giovedì, con il campo di via Stingi ridotto ad un pantano, la squadra sansalvese si è regolarmente allenata nella piazza di San Salvo Marina.

Gallicchio ci tiene a rimanere saldamente fermo alle posizioni alte della classifica. È un campionato difficile; ogni giornata è una battaglia. Domenica scorsa, il Sulmona, ultima in classifica, ha dato filo da torcere alla squadra sansalvese, che deve ringraziare il portiere Cattenari se non ha lasciato le penne sul terreno del 'Palliozzi'.
Domani, alle 14,30 sul neutro di Cupello, la squadra del tandem Di Vaira-Di Santo affronterà l’Acquaesapone (terz’ultima in classifica a quota 5) che è stata sconfitta in casa domenica scorsa per 4-1 dal Capistrello.

L’allenatore Gallicchio sa che non bisogna mai considerare i punti della classifica. La squadra ospite ha il dente avvelenato, pertanto, cercherà sicuramente di vendicarsi. Il San Salvo non deve perdere la concentrazione e la rabbia. I buon risultati si ottengono con la determinazione e con la forza del carattere. C’è il timore di un rilassamento dei giocatori sansalvesi. Infatti, l’ebbrezza del primo gradino del podio provoca, a volte, una sensazione di appagamento.

L’allenatore Gallicchio saprà  tenere i suoi giocatori, sempre allerti e concentrati. Rientra dalla squalifica Vito Marinelli, una freccia importante nell’arco del trainer biancazzurro. Ancora problemi per Di Ruocco e Battista. Neanche Di Pietro scenderà in campo, per la squalifica da scontare. Il giovane trequartista, che domenica scorsa ha segnato il gol dei tre punti contro il Sulmona, è uno dei maggiori punti di forza del San Salvo. Peccato che non potrà aiutare i suoi compagni a vincere.

«Senza umiltà, sacrificio e dedizione non si va da nessuna parte - ha spiegato il tecnico biancazzurro - il successo non ci deve montare la testa. Chi non segue i miei insegnamenti rimarrà fuori dalla squadra. Predico ogni giorno l’umiltà. Non mi posso lamentare con i miei ragazzi. Contro l’Acquaesapone scenderemo in campo per conquistare i tre punti».

Dirigerà: Pezzopane de L'Aquila (Mancini di Avezzano e De Remigis di Teramo).
La probabile formazione: Cattenari, Ramundo, Izzi, Felice, Triglione, Luongo, D’Aulerio, Argirò, Marinelli, Quaranta, Antenucci.

Condividi su:

Seguici su Facebook