Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Per il San Salvo una sconfitta che non preclude i play off

Si aspetta il rientro di Marinelli

Condividi su:

Brutta battuta d’arresto per i biancazzurri. Il Capistrello, sestultima in classifica, con una gara attenta e concentrata, ha bloccato le velleità della squadra di Gallicchio. Due gol davvero belli. La squadra biancazzurra ha cercato di reagire, ma non è riuscita a scalfire l’attenta difesa dei padroni di casa. Si è visto subito che Antenucci e Di Ruocco  avevano le polveri bagnate, infatti non sono riusciti quasi mai a impegnare seriamente il portiere Croce.

Insomma, una giornata negativa per la formazione sansalvese. Triglione ha giocato una partita eccezionale, ma non è stato molto coadiuvato dai compagni di reparto. I biancazzurri, nonostante la sconfitta, sono ancora in corsa ai play off. Purtroppo sono stati raggiunti in classifica dalla Torrese, ma hanno ancora tutto il tempo per risalire. Non per niente, la Torrese, domenica prossima affronterà in trasferta l’Avezzano, attualmente prima in classifica.

L’allenatore Gallicchio aspetta come la manna dal cielo, il rientro di Vito Marinelli. Il San Salvo in questo momento ha bisogno di una punta di peso che possa scardinare le difese. Il bomber  è andato in panchina questa settimana; una conferma che è guarito dall’infortunio. La squadra sansalvese ha ancora molte carte da giocare, perciò non deve commettere più passi falsi.

I biancazzurri a Capistrello hanno ricevuto una bella accoglienza, tanto che la società biancazzurra si è sentita in dovere di diramare il seguente comunicato: «La società del San Salvo ci tiene a ringraziare tutto il sodalizio del Capistrello a partire dal Presidente, al DG, alla dirigenza e a tutto il pubblico presente per l’accoglienza riservata prima, durante e dopo il match. Nel calcio, come negli altri sport, si vince e si perde, ma quando si esce sconfitti e gli avversari hanno giocato meglio c’è poco da dire se non complimentarsi con loro. Il cielo sereno e le montagne innevate hanno fatto da cornice a un match corretto in cui hanno trionfato i veri valori dello sport come dimostrato anche nel “terzo tempo” a fine gara». Lo sport deve essere una palestra di virtù morali. 

Condividi su:

Seguici su Facebook