Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Apnea team Abruzzo: dopo la vittoria abbiamo parlato con il presidente Piero Tomeo

Torniamo sull'apnea a qualche giorno di distanza dalla vittoria di Ancona

Condividi su:

Risultati d’oro alla prima uscita della squadra sansalvese-vastese di Apnea che si è aggiudicata il sesto trofeo Komaros Sub Club andato in scena presso la piscina Domenico Savio di Ancora domenica 19 aprile.
Il patrocinio della manifestazione è stato preso in carico direttamente dalla FISAPS-Federazione italiana pesca sportiva ed attività subacquee.

«Abbiamo affrontato la competizione senza troppe pressioni, così come gli allenamenti – ci spiega il presidente Piero Tomeo – per questo, scoprire di aver conquistato il primo posto nella classifica a squadre, è stata un’emozione unica accompagnata da tantissima sorpresa».
«Inoltre – ha continuato Piero – eravamo solo in otto a partecipare ma siamo riusciti a farci valere nelle categorie esordienti di apnea dinamica con e senza attrezzi».
Non a caso anche la classifica individuale ha arriso ai ragazzi dell’Apnea Team (di cui abbiamo parlato qui) che hanno portato a casa ben due ori e un argento. Lo stesso presidente Tomeo ha dato il buon esempio ai suoi compagni conquistando il gradino più alto del podio nell’apnea dinamica senza attrezzi. Il risultato è stato eguagliato, nell’apnea con attrezzi, da Danilo Spadaccini che, a sua volta, ha preceduto il compagno di squadra, Rodolfo Mariotti, detentore di un’ottima medaglia d’argento.
Importanti anche i piazzamenti degli altri atleti Tony Di Gregorio, Davide Smargiassi, Massimo Marini, Walter Di Lello, Vitale D’Annunzio che hanno permesso con i loro risultati di conquistare il primo posto nella classifica a squadre.

«L’emozione è stata tanta ma non per questo ci fermiamo qui, abbiamo già in programma – spiega Piero – un’altra gara, il I Trofeo Ever Blue Apnea Family, a Salerno che si disputerà il prossimo 10 maggio. Sicuramente in quella zona, vista la tradizione apneistica – continua – parteciperanno molti più atleti ma speriamo di avere nuove soddisfazioni. Noi saremo impegnati a salire di categoria, visto che abbiamo già gareggiato come esordienti quindi le distanze da coprire saranno maggiori e il tempo per prepararci sta diminuendo sempre di più».

«Questo – aggiunge Piero – è un pretesto per allenarsi e migliorarsi, per passare il tempo insieme ma soprattutto con la consapevolezza che comunque vada per noi sarà un successo!».

Condividi su:

Seguici su Facebook