Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Vecchie glorie U.S. San Salvo: le perplessità di Matteo Corrado

Riceviamo e pubblichiamo le dichiarazioni di Matteo Corrado

Condividi su:

Durante la scorsa settimana si è svolta la cerimonia di premiazione per la vittoria della coppa Italia dell’U.S. San Salvo (leggi). A giorni di distanza da quest’evento, svoltosi alla Casa della Cultura – Porta della Terra alla presenza dell’intera amministrazione, durante il quale sono stati ricordati anche personaggi legati alla società nel corso degli anni passati come Vito Tomeo e Davide Bucci, riceviamo e pubblichiamo le dichiarazioni di un ex calciatore, Matteo Corrado. Riportiamo le dichiarazioni rilasciateci

Per prima cosa voglio precisare che la mia non vuole essere una critica nei confronti della società, tuttavia, nonostante abbia assistito con piacere alla vittoria dei ragazzi, cui faccio un grande applauso, e alla cerimonia voluta dal comune, vorrei esporre una perplessità. A tal proposito vorrei porre l’attenzione sulla consegna dei riconoscimenti ai personaggi importanti che hanno costellato la storia dell’U.S. San Salvo. Torno a precisare che nutro massimo rispetto per queste persone e anche nei confronti della società ma la mia domanda è: con quale criterio è stato deciso di ricordare determinati dirigenti piuttosto che altri?

Infatti, oltre ai compianti Davide Bucci e Vito Tomeo che ho sempre ammirato e rispettato, sono del parere che, alla stessa maniera, avrebbero meritato una menzione anche altri dirigenti tra cui mio padre, Donato Corrado, presidente nelle stagioni ’81-’82 e ’82-’83 durante le quali l’U.S. ha militato nel campionato interregionale chiudendo in quarta e sesta posizione. Insomma anche in quel caso la dirigenza ha sicuramente portato lustro alla città mettendo in campo un’ottima squadra e per questo meriterebbe, come detto una menzione al pari degli altri presidenti.

Chiudo ribadendo che la mia vuole essere solo una riflessione e, come sempre, forza San Salvo!!

Condividi su:

Seguici su Facebook