Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Dakar 2017: termina durante la seconda tappa l’avventura di Domenico Cipollone

Purtroppo il centauro cresciuto a San Salvo è stato tradito da una buca presa ad alta velocità

Condividi su:

Storicamente la corsa a tappe (una delle più dure del mondo e nata di fatto in Europa) che, ormai, si svolge interamente nell’America del Sud, è costellata di incidenti, cadute e infortuni soprattutto tra i motociclisti.

Purtroppo questa volta a farne le spese è stato anche Domenico Cipollone, motociclista cresciuto a San Salvo, che, durante lo svilgimento della seconda tappa, è incorso in una caduta dovuta al terreno fortemente dissestato dalle recenti piogge.

Il centauro cinquantenne in sella alla KTM 450 Rally del team Pedrega è rimasto infatti ‘vittima’ proprio di una buca che gli è costata la fuoriuscita della spalla dalla propria sede, come lui stesso fa sapere tramite la sua pagina Facebook.

Brutta caduta alla seconda tappa. Le piogge hanno creato delle pozze profonde e avrei dovuto essere più cauto viste le velocità di percorrenza. La spalla, uscita di sede, è ora sistemata a purtroppo Dakar finita per questo 2017. Peccato, mi sentivo molto in forma. Mi spiace per tutti: parenti, amici e sponsor, la Dakar è anche questo!
Grazie a tutti per il supporto e il calore.

Un gran peccato per Domenico che si vede costretto ora ad abbandonare la corsa a tappe che sicuramente avrebbe costituito un altro tassello importante nella sua già lunga esperienza da centauro di endurance. Intanto un grande in bocca al lupo e i migliori auguri di pronta guarigione per Domenico che, di certo, tornerà presto in sella.

Condividi su:

Seguici su Facebook