Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Nicolino Torricella confermato alla guida dell'Euro-Ortofrutticola del Trigno

I 700 soci della cooperativa sansalvese hanno eletto nuovo Consiglio di Amministrazione e presidente.

redazione
Condividi su:

E’ stato rieletto per il suo sesto mandato Nicolino Torricella alla guida dell’Euro-Ortofrutticola del Trigno di San Salvo, azienda leader in Abruzzo nel settore ortofrutticolo. 

Sono stati chiamati al voto i 700 soci della cooperativa sansalvese, rieleggendo il nuovo Consiglio di Amministrazione e il suo presidente. Nuovi volti anche all’interno del CdA con Antonio Sprovieri, Michele Tumini e Lorenzo Marinelli. Novità anche nelle cariche all’interno del Consiglio, diventa vice presidente Domenico Natale, tesorieri Felice Di Nardo e Tiziano Travaglini

L’azienda nonostante il periodo di estrema difficoltà, con il costo per gli imballaggi che continua a lievitare, lo scorso anno ha realizzato un fatturato di oltre 15 milioni di euro, confermando il suo ruolo di leadership nel settore ortofrutticolo nel centro-sud Italia. 

“Stiamo percorrendo nuove strade, per cercare di offrire ai nostri agricoltori valide alternative - dichiara il presidente Torricella – Siamo stati ospiti nelle scorse settimane della Ferrero e di alcune aziende che hanno impianti di noccioleti nel cuneese. Abbiamo toccato con mano l’economia che il nocciolo riesce a creare e siamo soddisfatti dei risultati che si stanno ottenendo sul nostro territorio nonostante il periodo di blocco del lockdown. Purtroppo i nostri agricoltori hanno una età media piuttosto alta, per questo dobbiamo offrire loro la possibilità di impiantare colture che abbiano necessità di pochi interventi mirati”. 

La cooperativa è stata presente anche al Cibus e al MacFruit, importanti appuntamenti internazionali del settore, “E’ stata l’occasione per interloquire con i nostri clienti nazionali,  per proporre soluzioni sul caro imballaggi, - afferma il responsabile commerciale del settore ortofrutticolo Nicola Di Lello, - i tempi impongono scelte diverse, anche meno impattanti dal punto di vista ambientale, questa crisi sta semplicemente accelerando il necessario cambiamento – conclude Di Lello”.

Condividi su:

Seguici su Facebook