Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

«Mamma mej cand è bun l tarell di sand Vtal»

(Mamma mia quanto sono buoni i taralli di san Vitale)

Condividi su:

I taralli di San Vitale (detti anche Lë pircellètë) vengono benedetti e distribuiti nel pomeriggio del 27 aprile.

La loro preparazione richiede tempo, fatica e la collaborazione di tantissime persone che devono coordinarsi anche con i panifici (D’Achille, Raspa, Fabrizio, Granatello) che si sono resi disponibili a titolo gratuito solo per onore del santo.

Una volta i taralli venivano impastati a mano con molta fatica (la lavorazione era la stessa del pane) e gli ingredienti erano solo farina, acqua, olio e lievito di birra. Oggi l'impasto è effettuato tramite le impastatrici e agli ingredienti si aggiungono anche uova e zucchero.
La preparazione dei taralli di quest’anno è andata avanti dalla mattina di lunedì scorso a ieri, mercoledì.

La preparazione comincia con l’impasto. Questo viene messo nelle msell d lu puan (grossi contenitori di legno destinati anche alla lievitazione degli impasti) e trasportato nella palestra della scuola di via De Vito. Una volta raggiunto il tempo della lievitazione, i volontari provvedono a realizzare i taralli di San Vitale. L’addetto imprime su ciascuno di essi le iniziali S.V. (San Vitale).

Quando si realizza un determinato quantitativo di taralli, questo viene trasportato fino ai panifici che per la cottura. Chi ha la fortuna di passare nei pressi di uno dei forni può sentire lo straordinario profumo di questi prodotti che si possono gustare solo ed esclusivamente a San Salvo e solo nei due giorni della festa dedicata a San Vitale.

Lunedì e martedì sono stati tanti i volontari che si sono messi a disposizione in maniera no-stop dalle 8 del mattino alle 17. Il centro diurno anziani ha offerto loro il pranzo e anche il sindaco Tiziana Magnacca è stata tra i commensali.

L’atmosfera che si respira durante la lavorazione dei taralli e nei momenti del pranzo è quella della festa e della spensieratezza.

FOTO E SERVIZIO DI GIOMIX68

RIPRESE E MONTAGGIO DI MARCO SCIULLO

Condividi su:

Seguici su Facebook