Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

“Siamo tutti chiamati alla santità”

3000 euro risparmiati dalla festa di san Pio andranno ai terremotati

Condividi su:

Ieri sera tantissimi fedeli hanno partecipato alla messa e alla processione in onore di san Pio da Pietrelcina. Nell’omelia don Michele Carlucci ha posto l’attenzione sulla santità di san Pio come uno scopo cui tutti dobbiamo tendere.

San Pio aveva un carattere tutt’altro che mite eppure riusciva ad avvicinare e a convertire tantissime persone. I suoi modi avvolte poco gentili non erano motivi di scandalo per nessuno perché lui proclamava la verità.  

Noi ricordiamo tanti santi che sono vissuti 2000 anni fa eppure i santi erano delle persone comuni che hanno scelto di fare della loro vita qualcosa di bello. Ognuno di noi può farlo.

Contenendo le spese per le luminarie e i fuochi d’artificio sono stati risparmiati 3000 euro che verranno utilizzati dalla Caritas per la ricostruzione dei luoghi dei terremotati. San pio ne sarà sicuramente contento perché lui amava i poveri e i malati.

Dopo la celebrazione eucaristica, c’è stata la processione per le vie del paese accompagnata dal complesso bandistico Città di San Salvo.

Quando la processione con la statua del santo è tornata in via Montegrappa sono partiti i fuochi d’artificio che, anche se in versione ridotta, hanno affascinato e soddisfatto i partecipanti ed è partito anche l’applauso finale spontaneo per lo spettacolare effetto di suoni e luci ammirati con il naso all’insù.

La serata è stata allietata dalle musiche e dalle canzoni della Banda Piazzolla.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook