Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Mariotti: «un maggior dialogo interistituzionale per la soluzione dei problemi del territorio»

Condividi su:

L'ultima indagine della DEMOS pubblicata a fine dell'anno 2014 ha rilevato che soltanto il 3% degli italiani hanno fiducia della politica. Per me che ho dedicato gran parte della mia vita a questa arte nobile con passione e spesso totale dedizione a scapito degli affetti e della qualità della mia e della mia famiglia, nonostante in questo momento il mio impegno è diminuito enormemente, la notizia mi rattrista e mi preoccupa molto. La democrazia senza partiti non solo contrasta con l'articolo 49 della Costituzione ma apre scenari pericolosi dai risvolti raccapriccianti, specie in questo momento dove il fondamentalismo religioso e non solo, sommato alla grande crisi economica, sociale e civile costituiscono una miscela esplosiva dalle imprevedibili conseguenze. A mio avviso il momento che viviamo imporrebbe un diffuso impegno verso la grande Politica a livello locale, nazionale e mondiale ed una decisa riaffermazione della scala di valori che caratterizza una moderna civiltà. Purtroppo ci tocca registrare una sconcertante, sfacciata, deleteria sequenza di annunci, comunicati, rivendicazioni verso altri livelli istituzionali, petizioni, da parte di chi per il ruolo istituzionale che ricopre dovrebbe fare, risolvere i problemi ed attuare un fruttuoso dialogo interistituzionale per dare risposte concrete ai cittadini. Insomma la propaganda, il chiamarsi fuori, l'addossare ad altri le responsabilità nella spasmodica azione di curare e tutelare esclusivamente la propria immagine pare sia diventato l'impegno principale di politici ed amministratori. Attenzione, perché l'indagine DEMOS se correttamente letta, dice che la propaganda, l'ossessione della comunicazione solo per stare sui giornali, E' COME TAGLIARE IL RAMO SU CUI SI E' SEDUTI.

Condividi su:

Seguici su Facebook