Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Scusate se esisto!

Paola Cortellesi "Le persone sono importanti,c***o!!!!"

Condividi su:

Scusate se esisto è una buona risultante creata da un cast capace ed un modello rivisitato e rinfrescato di commedia italiana.

La sceneggiatura, curata (tra gli altri) anche da Paola Cortellesi,  aggiunge ironia e comicità pur presentando una serie di caratteristiche poco originali. 

La forza di questa pellicola sta nel brio e nella vivacità delle battute, anche gli equivoci (i soliti che si presentano puntualmente in questo genere cinematografico) diventano, così, divertenti.
L'abilissima Paola Cortellesi, con una simpatica cadena abruzzese, interpreta un capacissimo architetto, laureato col massimo dei voti e apprezzato all'estero. La fuga dei cervelli all'estero si modifica in un rientro a casa per nostalgia. Serena Bruno, infatti, decide di tornare in Italia, cerca lavoro ma non ne trova alla sua altezza, quindi si accontenta di lavoretti non consoni alla sua abilità ed esperienza; per la precisione ne fa tre diversi, tra cui cameriera in un ristorante. Fortuna vuole che il suo capo sia il bellissimo e fascinoso Raoul Bova, che le fa perdere la testa. Qui si presenta un altro equivoco di banalità caratterizzante: Francesco è omosessuale.

L'evento cardine di tutta la commedia è, però, la volontà di riqualificare una costruzione scoperta per caso da Serena. Questo diventa il vero obiettivo della protagonista, che si accorge però di avere poche possibilità essendo donna. Altro clichè. Qui accorre in aiuto Francesco, grazie alla grande amicizia che li lega. I due decidono in uno scambio di ruoli. Francesco si fingerà il Dottor Bruno Serena. Questo creerà una catena di eventi divertenti in cui i personaggi inciampano in alcuni ostacoli.

L'epilogo è liberatorio per Serena: affronterà senza più paure il suo capo ed i suoi pregiudizi ed, inoltre, troverà l'amore.

Condividi su:

Seguici su Facebook