Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Inchiesta sui vigili, anche alcuni cittadini ascoltati dalla Guardia di Finanza

L'ex sindaco Marchese spera che «si vada fino in fondo»

a cura della redazione
Condividi su:

 

Gli agenti della Guardia di Finanza hanno terminato verso le 14 di ieri l'acquisizione di elementi utili all'indagine all'interno del palazzo comunale e della caserma dei vigli urbani. Alla fine sono state portate via anche alcune attrezzature informatiche, oltre a numerosi documenti. Le perquisizioni dentro i due edifici pubblici avevano paralizzato l'attività amministrativa; ai dipendenti è stato vietato l'uso dei computer e della rete.

Intanto, oggi anche alcuni cittadini sono stati convocati a Vasto per essere ascoltati dagli inquirenti. Tra le ipotesi di reato - falsità materiale in atto pubblico, concorso e abuso di ufficio - pare esserci anche quella di peculato.

MARCHESE NON SI SBILANCIA - Il blitz di ieri, che ha sorpreso la città per numero di uomini impiegati, 30, e orario, arriva alla fine di un'inchiesta partita da un esposto presentato un anno e mezzo fa. I fatti risalgono al periodo che va dal 2008 al 2011, quando alla guida di San Salvo c'era Gabriele Marchese che volle il discusso avvicendamento al comando della Municipale. Oggi lo stesso Marchese non si sbilancia e commenta sinteticamente: «Sull’inchiesta in corso c’è il segreto istruttorio, per questo mi limito a dire solo che ho fiducia nella magistratura e spero che vada fino in fondo alla faccenda».

Condividi su:

Seguici su Facebook