Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Comune esternalizza la gestione del Centro culturale 'Aldo Moro'

La durata è di due anni

a cura della redazione
Condividi su:

È stato pubblicato dal Comune di San Salvo il bando di gara per l'affidamento del servizio di gestione della biblioteca, della sala semicircolare e del teatro del Centro culturale 'Aldo Moro'. Possono parteciparvi associazioni di promozione sociale e culturale e cooperative sociali. Le domande di partecipazione - che dovranno contenere il progetto inerente alla gestione - devono essere recapitate entro il 22 novembre.

L'affidamento della gestione di biblioteca, sala circolare e teatro consentirà al Comune un risparmio di circa 29mila euro. La spesa sostenuta annualmente è di 94.036 euro, mentre l'esternalizzazione del servizio prevede una spesa di 65mila euro. Gli aggiudicatari del bando gestiranno la struttura per due anni durante i quali dovranno garantire una presenza dei propri addetti di 40 ore settimanali dal primo settembre al 15 giugno e di 24 ore durante l'estate (oltre a possibili variazioni in base alle richieste dell'utenza per l'uso delle due sale). 
Tra i compiti che l'affidatario dovrà espletare è previsto, inoltre, l'ammodernamento del sistema informatico della biblioteca. Con la collaborazione del personale del Comune, infatti, dovrà essere creato un sito web che che preveda anche la prenotazione dei testi on-line.
Restano di competenza del Comune, invece, (tra le altre voci) le spese per la manutenzione straordinaria, per interventi migliorativi della struttura e per l'acquisto di pubblicazioni e beni culturali.

L'assessore alla Cultura, Giovanni Artese spiega così la scelta di esternalizzare il servizio: «Lo prevede il capitolato di appalto che chiede espressamente ai soggetti concorrenti una implementazione dei servizi web, in particolare attraverso la creazione di un sito che metta in rete il patrimonio librario così attivando la prenotazione on-line e consentendo il prestito interbibliotecario (sempre più richiesto dagli utenti). È altresì richiesto un impegno allo sviluppo di relazioni con le altre biblioteche cittadine e del territorio - per valorizzare l'intero patrimonio di testi esistente - e un aggiornamento del regolamento di gestione, risalente addirittura al 1979».

RILANCIO IN CORSO - «Un rilancio, questo del Centro Aldo Moro, è giusto però ricordare, che nell'anno corrente è già cominciato - sottolinea in una nota il Comune - Grazie anche alla realizzazione del Wifi e ad alcune donazioni, la presenza di studenti in biblioteca è cresciuta nel primo semestre 2013 di circa il 43% rispetto allo stesso periodo del 2012. In crescita si è rivelato pure il numero di manifestazioni di ogni tipo (incontri, convegni, rappresentazioni, riunioni, attività di associazioni ecc.), fatto che induce a ritenere che il Centro culturale possa tornare a essere luogo insieme di fruizione e di produzione culturale nonché diventare una struttura a servizio di un'area più vasta di quella meramente cittadina».

Leggi tutto il bando

Condividi su:

Seguici su Facebook