Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Confesercenti spinge sul marketing urbano e sulla riduzione dei mercati alla marina

Domenico Gualà: «Troppe fiere generaliste sono un danno agli operatori locali»

a cura della redazione
Condividi su:

Per il rilancio del commercio sansalvese è il momento della concretezza. A sostenerlo è il presidente della Confesercenti San Salvo, Domenico Gualà. Terminato il tempo dello studio e dell'analisi, è l'ora di realizzare gli obiettivi concreti individuato nel progetto di Marketing Urbano: è questo in sostanza l'invito dell'organizzazione degli esercenti nei confronti dell'amministrazione comunale.

La Camera di Commercio con l'accordo di partneriato stipulato qualche tempo fa confinanzierà l'attuazione del piano con 70mila euro; altre 70mila arriveranno dalle casse comunali.
Nei vari incontri tra ente e commercianti sono stati individuati i seguenti obiettivi:
1. Accessibilità urbana, in particolar modo riferito alla disponibilità di parcheggi nelle immediate vicinanze del centro e una loro seria regolamentazione che favorisca il giusto turnover dei possibili clienti/consumatori.
2. Bus navetta che possa offrire ai residenti della periferia e ai turisti di San Salvo marina un mezzo pubblico gratuito per raggiungere agevolmente il centro storico.
3. Interventi strutturali di riqualificazione del mercato coperto anche per favorire la nascita di una vetrina per i tanti prodotti tipici enogastronomici del nostro territorio.
4. Corsi di formazione rivolti agli operatori commerciali e artigianali sul marketing, tecniche di vendita, approccio alla clientela, nonché sulla possibilità di offrire informazioni ad eventuali turisti incentivati a visitare il centro. I costi potrebbero essere cofinanziati dal progetto e svolti in collaborazione con le associazioni di categoria.
5. Ulteriore potenziamento dell’arredo urbano, in particolar modo rivolto ad un accrescimento dell’illuminazione pubblica delle vie principali e adiacenti.

«L’Amministrazione Comunale - precisa Gualà - in un primo momento ha sottoposto al partenariato la possibilità di utilizzare queste risorse per il rifacimento della copertura dell’isola archeologica del mosaico romano in piazza San Vitale. La Confesercenti non è mai stata contraria a questo tipo di opera ma ritiene inopportuno farla utilizzando le risorse che la Camera di Commercio ha messo a disposizione degli operatori commerciali, visto che dal piano non è venuta fuori questa esigenza. Quindi continuiamo a chiedere di tenere in considerazione anche le nostre proposte».

MERCATI ALLA MARINA - Discorso a parte per i mercati di San Salvo Marina. La Confesercenti ritiene che siano troppi e che - pur migliorando l'offerta turistica - danneggino gli operatori «che pagano le tasse e rispettano le regole».
Attualmente c'è un mercato estivo in programma per 3 giorni a settimana, «non è possibile - conitnua Domenico Gualà - che abbiamo appreso solo dalla presentazione del calendario estivo che alla marina tra luglio e agosto ci saranno una “marea” di mercati e fiere generaliste che provocheranno soltanto danno all’economia locale. In merito abbiamo anche presentato una richiesta di accesso agli atti per vedere come sono stati autorizzati tutti questi mercati. La legge a riguardo parla chiaro e noi andremo fino in fondo alla questione».

 

IL COMUNICATO INTEGRALE
 

A seguito di diverse riunioni avute con gli operatori commerciali di San Salvo, come Associazione di categoria, vogliamo rimarcare con chiarezza alcuni aspetti fondamentali dello sviluppo di due aree importanti del territorio di San Salvo: il centro urbano e la marina.

E’ fondamentale che il centro di San Salvo sia percepito come il centro vitale della città, accessibile e fruibile quotidianamente da tutti.
Per questo è importante che il centro storico abbia parcheggi a servizio, sia gradevole, fornisca una rete commerciale e di pubblici esercizi competitiva con altre realtà commerciali e che non venga svuotato di funzioni e servizi, per evitare il rischio di desertificazione e di perdita della propria identità.

Come Confesercenti, da subito, abbiamo ritenuto positivo approntare anche per il Comune di San Salvo il progetto di Marketing Urbano realizzato per i Comuni di Chieti, Lanciano e Vasto, perché lo consideriamo uno strumento utile relativo a sviluppo, trasformazione, riqualificazione e conservazione del proprio centro, sotto il profilo economico ma con attenzione anche agli aspetti sociali, ambientali e culturali.

Adesso superata la prima fase del piano, quella dell’analisi e della programmazione e, individuati gli obiettivi condivisi, è necessario intraprendere azioni concrete che migliorino l’aspetto, l’offerta, la visibilità, la fruibilità e la qualità del centro.

Dopo gli incontri avuti con l’Amministrazione Comunale per discutere dell’attuazione del programma della c.d. fase II del Piano di Marketing del centro storico e a seguito dell’Accordo di Partenariato stipulato con la Camera di Commercio di Chieti che, cofinanzia con € 70.000  l’attuazione del piano a fronte di € 70.000 del Comune e considerato sia le risultanze del Piano sia le indicazioni prevenute dai nostri associati di San Salvo nei vari incontri, ribadiamo gli interventi che questa Associazione di categoria ritiene utili per favorire il rilancio del commercio al dettaglio nel centro storico e che l’Amministrazione Comunale ha preso in considerazione nella riunione del 23 aprile con le associazioni di categoria e gli operatori.

1. Accessibilità urbana, in particolar modo riferito alla disponibilità di parcheggi nelle immediate vicinanze del centro e una loro seria regolamentazione che favorisca il giusto turnover dei possibili clienti/consumatori.
2. Bus navetta che possa offrire ai residenti della periferia e ai turisti di San Salvo marina un mezzo pubblico gratuito per raggiungere agevolmente il centro storico.
3. Interventi strutturali di riqualificazione del mercato coperto anche per favorire la nascita di una vetrina per i tanti prodotti tipici enogastronomici del nostro territorio.
4. Corsi di Formazione rivolti agli operatori commerciali e artigianali sul marketing, tecniche di vendita, approccio alla clientela, nonché sulla possibilità di offrire informazioni ad eventuali turisti incentivati a visitare il centro. I costi potrebbero essere cofinanziati dal progetto e svolti in collaborazione con le associazioni di categoria.
5. Ulteriore potenziamento dell’arredo urbano, in particolar modo rivolto ad un accrescimento dell’illuminazione pubblica delle vie principali ed adiacenti.

L’Amministrazione Comunale in un primo momento ha sottoposto al partenariato la possibilità di utilizzare queste risorse per il rifacimento della copertura dell’isola archeologica del mosaico romano in piazza San Vitale.

La Confesercenti non è mai stata contraria a questo tipo di opera ma ritiene inopportuno farla utilizzando le risorse che la Camera di Commercio ha messo a disposizione degli operatori commerciali, visto che dal piano non è venuta fuori questa esigenza.
Quindi continuiamo a chiedere di tenere in considerazione anche le nostre proposte.


In merito alla questione mercati della marina di San Salvo, riteniamo doveroso precisare che non vanno nella direzione del miglioramento dell’offerta turistica ma danneggiano soltanto gli operatori di San Salvo che pagano le tasse e rispettano le regole.

A San Salvo marina, per far fronte alle richieste dei consumatori, oltre alle numerose attività di vicinato (negozi, bazar), ai bar, ai ristoranti e agli stabilimenti balneari, c’è un mercato settimanale estivo per 3 giorni a settimana.
Non è possibile che abbiamo appreso solo dalla presentazione del calendario estivo che a San Salvo marina tra luglio e agosto ci saranno una “marea” di mercati e fiere generaliste che provocheranno soltanto danno all’economia locale.

In merito abbiamo anche presentato una richiesta di accesso agli atti per vedere come sono stati autorizzati tutti questi mercati. La legge a riguardo parla chiaro e noi andremo fino in fondo alla questione.

Condividi su:

Seguici su Facebook