Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Abusivi e sequestri, la 'partita' si gioca anche on-line

San Salvo Adesso: «Questione irrisolta»

a cura della redazione
Condividi su:

In questi giorni proseguono i sequestri di merce contraffatta e venduta abusivamente sulle spiagge sansalvesi. L'ultimo è di sabato scorso, per un valore di circa 3mila euro in cappellini, collane e bracciali. Il fenomeno dell'abusivismo continua però a interessare il lungomare.

Il tira e molla tra Municipale e venditori ambulanti prosegue quotidianamente: per ogni sequestro, ci sono altre decine di venditori che girano per la spiaggia. La partita soprattutto nel fine settimana appena trascorso sembra proseguire anche a livello mediatico. Se da una parte, il Comune diffonde le immagini e i comunicati sulle singole operazioni, dall'altra i gruppi riconducibili all'opposizione controbattono pubblicando le foto di chi vende in spiaggia.

L'ultimo caso è quello del comitato San Salvo Adesso che - dopo aver diffuso gli scatti di sabato - ha rilasciato una nota con la quale ricorda l'altra questione che sta tenendo banco in quest'estate, il mercatino serale.

«Qualche giorno fa - scrive San San Salvo Adesso - abbiamo posto la questione del mercatino (mercatone) sul lungomare, ponendo, con ironia qualche domanda sulla legittimità di quanto osservabile da tutti. In risposta abbiamo ricevuto, dai partiti di centrodestra, una violenta filippica offensiva contro tutti noi con estensione anche ai nostri familiari, tanto per non farci mancare niente. Nella risposta nessun accenno al merito delle questioni sollevate. La realtà nelle foto pubblicate oggi sta in un assedio di commercio abusivo sulle spiagge al quale si risponde con il sequestro di qualche collanina prontamente fotografata e data alla stampa per dire che "qui va tutto bene, abbiamo la tasche forze". Quando finisce l'assedio in spiaggia si attiva il treno commerciale sull'area pedonale. 105 casotti in legno, bianchi e blu, come la squadra di calcio. Siamo certi che i commercianti locali di tutto ciò possano gioire. C'era pure prima, certamente si dirà . Il centrosinistra non amministra questa città da tre anni. È quasi una consigliatura. Se non funzionava qualcosa, andava corretta non perpetrata o peggio, come in questo caso peggiorata».

Insomma, la questione 'abusivismo alla marina' presenta ancora diverse sfaccettature da esaminare più accuratamente.

Condividi su:

Seguici su Facebook