Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

'La Giornata della Memoria' alla scuola di Via de Vito

Riflessioni sulla Shoah

Condividi su:

La Scuola Primaria di via de Vito, dell'Istituto Comprensivo N° 1 di San Salvo, diretto dalla dirigente Anna Paola Sabatini, onora La Giornata della Memoria che ricorre domani 27 gennaio.  La scuola è, insieme ad altre agenzie educative, il luogo più adatto per trasmettere alle nuove generazioni l’importanza della memoria. Ed è per tale motivo che i docenti della scuola primaria di via De Vito indirizzano in questi giorni la propria attività didattica a momenti di riflessione e approfondimento sulla tragedia del nazi-fascismo e gli orrori delle deportazioni e dell’Olocausto.

Le proposte stilate nel programma Giorno della memoria affrontano il delicato tema della Shoah calibrando gli interventi di sensibilizzazione in relazione alla giovane età degli alunni con l’obiettivo di favorire un’opportuna conoscenza, occasione di dibattito e sviluppo di menti critiche.

La Repubblica Italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Così recita l’art. 1 della Legge 20 luglio 2000 - n. 211

Le finalità del testo legislativo sono presentate con il ricorso alle discipline di insegnamento quali italiano, arte e immagine, storia, religione, musica, attingendo ai testi, ai documenti e alla produzione letteraria e artistica, valorizzando le testimonianze e impiegando modalità interattive e laboratoriali. Guidati dai docenti i bambini vengono coinvolti a riflettere sull’immane tragedia che sconvolse la storia europea del secolo scorso e sul valore della responsabilità individuale e collettiva.

L’auspicio è che i piccoli studenti siano essi stessi cittadini attivi e promotori della convivenza pacifica all’interno della comunità di appartenenza.

I disegni sono stati realizzati da Alessandra, Luca, Paolo, Nicola, Rosachiara e Wissal della classe IV sez.C

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook