Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Statale 16, una variante nel tratto Vasto - San Salvo da 200 milioni di euro

Questa mattina incontro a L'Aquila tra D'Alfonso, Anas e sindaci

Condividi su:

Con l'obiettivo del decongestionamento del traffico sulla S.S. 16, tramite la realizzazione di una variante localizzata sul versante costiero del tratto Vasto - San Salvo, il presidente della Regione, Luciano D'Alfonso, ha presieduto questa mattina all'Aquila una riunione alla quale hanno partecipato il capo Compartimento Abruzzo di Anas, Lelio Russo, il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, il sindaco di Vasto Luciano Lapenna.

Sullo stesso tratto, soprattutto nel periodo estivo, si registra il più alto tasso di incidenti dell'intera rete stradale e autostradale italiana. «L'argomento relativo alla sicurezza di questo pericoloso tratto stradale», ha detto D'Alfonso, «è rimasto indietro nella programmazione regionale delle infrastrutture: ritardo che sarà recuperato con la predisposizione di un progetto da parte di Anas e la successiva approvazione da parte dei consigli comunali dei due centri interessati».

L'opera, per la quale sarà necessario un finanziamento statale di 200 milioni, è stata definita dallo stesso D'Alfonso di grande interesse e necessaria per l'intero Abruzzo. Questo delicato argomento farà parte della scaletta che sarà discussa con il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, in occasione della sua prossima visita in Abruzzo, prevista il 24 giugno.

Ai rappresentanti di Anas il presidente D'Alfonso ha poi chiesto di predisporre per quella stessa data un dossier sugli studi di fattibilità, comprensivi dell'analisi costi/benefici, per dimostrare la compiutezza della fase progettuale e la consolidata intenzione di dare soluzione alla problematica della sicurezza. Alla riunione hanno partecipato, tra gli altri, gli ingegneri Ilaria Coppa e Maurizio Mancinetti, della direzione centrale progetti di Anas.

Condividi su:

Seguici su Facebook