Il perchè di un blocco, le strade dissestate dell'entroterra vastese

Le immagini della visita di Luciano D'Alfonso nel vastese, sulle stesse strade che i pendolari percorrono ogni mattina

| di Antonia Schiavarelli
| Categoria: Attualità
STAMPA
Fondo Valle Treste agro di Cupello

Ieri la visita del presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso, nell'entroterra vastese, dopo il gesto di esasperazione che ha portato sindaci e cittadini a bloccare il 4 dicembre la SS16.(leggi)

Per chi non avesse compreso quel giorno i motivi di tale iniziativa, invitiamo a vedere le immagini del video da noi girato.

Se l'entroterra vastese, sopravvive, con le sue culture e le sue tradizioni, è grazie a uomini e donne, che nonostante, queste strade, nonostante diritti primari quali quello alla salute, non vengano garantiti, continuano ad abitare quei luoghi, garantendo a noi gente della costa, forza lavoro ed un habitat ancora accogliente, grazie alle terre ed ai boschi che i cittadini dell'entroterra preservano.

Il presidente della Regione ieri ha parlato di luoghi, adatti ad un turismo slow. Per un turismo slow, servono strade veloci.

Sono scaturite dalla visita una serie di soluzioni. Da oggi secondo quanto affermato, il Genio Civile dovrebbe iniziare il suo intervento sulla Fondo Valle Treste, nell'agro di Cupello, dove una voragine impedisce l'innesto sulla SS Trignina. 

Delle economie, dovrebbero servire a sitemare la SP Trignina, che collega tutti i piccoli centri, che ad oggi si è dimostrata l'unica arteria utilizzabile per far transitare i mezzi pesanti provenienti dalla SS Trignina, il tratto molisano è stato infatti chiuso. Le strade che vedrete nel video, sono transitate da autobus e mezzi pesanti, quotidianamente.

I lavori sulla SS Trignina, dovrebbero terminare entro pochi giorni, se così non fosse, i problemi si amplificherebbero ulteriolmente. Molti operai della Valle che si recano nella nostra zona industriale per lavoro, fanno la spola su quel ponte, compiendo a piedi quel breve tratto, intercesso al traffico, attesi da amici o parenti sulle sponde opposte.

Può essere questo lo stato di fatto dei cittadini dell'entroterra vastese?

Il tremolio delle immagini, non è dovuto alla mano poco ferma dell'operatore, ma al pessimo stato delle strade.

Riprese e montaggio di Antonia Schiavarelli

Antonia Schiavarelli

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK