Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

“Dopo il terremoto Vita e Solidarietà è venuta in nostro soccorso”

È stato presentato il calendario 2019 di Vita e Solidarietà sui “Giochi di una volta”

Condividi su:

Da nove anni a questa parte l’associazione Vita e Solidarietà Onlus ha un appuntamento fisso: la presentazione del calendario solidale che è sempre occasione di una grande festa, gioia e condivisione. Domenica 30 settembre presso la sala parrocchiale di San Salvo Marina è stato presentato il calendario 2019. La festa è iniziata con la partecipazione alla santa messa presso la chiesa di San Salvo Marina per poi ritrovarsi nel pomeriggio presso il salone parrocchiale. Il pomeriggio è stato allietato dalla voce di Mario Torricella che ha scandito i vari momenti della festa. I bambini presenti si sono divertiti con Ciccio Pasticcio e hanno rivissuto alcuni giochi di una volta.

A questa festa non mancano mai alcune coppie che hanno iniziato a fare del bene tramite l’associazione già fin dalla sua fondazione effettuando delle adozioni a distanza. Tra queste i coniugi Iacobelli, Colella e Rinaldi che provengono da Campobasso. “Fare del bene facendo delle piccole rinunce mi fa stare meglio. E questo soprattutto perché a questo sono stata abituata sin da quando ero bambina e vivevo in una famiglia molto numerosa”. Questo il commento di una di loro. “Abbiamo potuto riscontrare che ciò che donavamo andava veramente alle persone che hanno bisogno in Congo e in Sri Lanka. Non danno il pane ma i semi. Uno degli ultimi progetti che da testimonianza della logica del tipo di aiuto che portano è “Dove cresce una pianta non cresce la fame”. Fanno corsi di taglio e cucito così le donne possano guadagnarsi da vivere con il loro lavoro. Hanno costruito un dispensario, aiutato nelle missioni e tanto altro”

Presenti anche i coniugi Occhionero titolari della gelateria “i 3scalini” dove ogni anno nel mese di luglio si tiene la “Festa del gelato al cioccolato”, il cui ricavato viene devoluto interamente alle attività dell’associazione Vita e Solidarietà in nome del figlio venuto a mancare in seguito al terremoto di San Giuliano. “Dopo il terremoto ci siamo trasferiti qui a San Salvo e quando abbiamo avuto bisogno senza che avessimo chiesto niente, una volontaria e promotrice dell’associazione, sapendo di noi e della nostra storia ci portò a casa una busta con un piccolo sostegno economico a nome di Vita e solidarietà.”

La realizzazione del calendario è collegata con un progetto con le scuole. Quest’anno hanno partecipato gli alunni e le insegnanti delle scuole di San Salvo (Sant’Antonio, via Ripalta, De Vito, Verdi), Vasto (san Lorenzo, Bachelet, Spataro), Serra Capriola, e Gissi.  Il tema affidato per rappresentare il 2019 sono stati i giochi di una volta.

Con questo progetto gli alunni della primaria hanno avuto modo di fare della solidarietà in prima persona e hanno potuto “attraversare il tempo” grazie alle ricerche storiche e ai i racconti dei giochi dei nonni. I giochi avevano delle peculiarità: non si giocava mai da soli ma sempre con gli altri. Era sempre all’aperto e con ampi spazi. Tra i più comuni c’era Mosca cieca, campana, mamma e figlia e a signora e signora. In quest’ultimo caso tutto il paese sembrava partecipare  (anche se involontariamente e semplicemente portando avanti il quotidiano) al gioco dei bambini diventando quasi un mega teatro.

Oltre alla presentazione del calendario il presidente Ottavio Antenucci, Marina Gallo e la maestra Rosalia hanno mostrato foto e video sulle visite nefli ultimi mesi in Sry Lanka e Congo mostrando quanto realizzato con i fondi raccolti dall’associazione Vita e Solidarietà.

L'intero ricavato del calendario di Vita e Solidarietà verrà devoluto per realizzare opere in Sri Lanka e Congo.

Condividi su:

Seguici su Facebook