Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Rivitalizzazione del centro storico: ecco cosa è già stato fatto negli anni

L'assessore Marcello: "In atto progetto per la creazione di un albergo diffuso"

Condividi su:

Agevolazioni, incentivi e nuove proposte. Per la rivitalizzazione del centro storico di San Salvo l'amministrazione comunale ha già messo in campo, nel corso degli anni, una serie di misure partendo dal cambio di viabilità proprio per incentivare la frequentazione del centro. Si è predisposta la concessione di agevolazioni fiscali e tributarie a soggetti che intendono aprire nuove attività nel centro storico, come la riduzione del 20% della Tari, la tassa sui rifiuti, per i primi tre anni dalla data di apertura e per quanto riguarda gli immobili con contratto di affitto a canone concordato la riduzione dell'Imu. Oltre a questo, misure concordate con le associazioni di categoria.

Il Piano Marketing prevedeva una migliore segnaletica; un bus-navetta elettrico che collegava le zone periferiche al centro storico; corsi di marketing professionali gratuiti per i commercianti del centro; miglioramento dell'arredo urbano; l'acquisto di una spazzatrice per il centro storico capace di aspirare diversi tipi di rifiuti. In realtà dei vari punti del piano quello che rimane ancora oggi è ben poco. Sono state installate nuove panchine e anche i cestini per la raccolta delle deiezioni canine, oltre alla sostituzione delle luci gialle dei lampioni con quelle bianche, ma della spazzatrice e del bus-navetta elettrico non c'è più nessuna traccia. Tra le altre cose, il Comune ha pubblicato un apposito bando per finanziare la ristrutturazione delle facciate esterne delle abitazioni esistenti al fine di renderle più belle e dotarle di nuovi ed efficienti sistemi di videosorveglianza.

"Si tratta di azioni importanti per la riqualificazione degli edifici, per migliorare il decoro e la sicurezza, per favorire la residenzialità e le attività nel centro", afferma l'assessore alle attività produttive Tonino Marcello. Il contributo concesso è nella misura del 25 per cento da calcolarsi su un costo complessivo massimo di 12mila euro. "Dare nuovo slancio alla piccola e media impresa, porre attenzione alle eccellenze locali, migliorare il decoro urbano e animare vie e piazze cittadine anche con eventi: questi gli obiettivi dell’azione portata avanti finora", continua Marcello, "siamo comunque aperti al dialogo per ogni tipo di proposta e nuova idea da parte dei cittadini. Sto anche portando avanti un progetto, insieme alla Camera di Commercio, per la creazione di un albergo diffuso nel centro storico della città", conclude l'assessore.

Condividi su:

Seguici su Facebook