Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ma l'italiano che fine ha fatto?

| di Romolo CHIANCONE
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Era da molto tempo che avevo in mente di farmi vivo su queste colonne con una nota relativa a certi comunicati che, essendo puntualmente firmati “Comune di San Salvo”, devo ritenere trattarsi di Comunicati Ufficiali, che pertanto qualificano il Comune stesso.

Ebbene, con vivo rammarico, devo (con spirito di civica collaborazione) segnalare che difficilmente ne ho letti senza dover sobbalzare a causa di frequenti inciampi in refusi, imprecisioni... ma spesso anche veri e propri errori, presenti quasi sempre in ogni singolo comunicato (il ‘quasi’ è un mio preciso atto di generosità; l’ho usato giusto perché non mi piace essere mai troppo assoluto nelle mie affermazioni).

Sono ben consapevole che, quando si lavora, il refuso può scappare, l’imprecisione può verificarsi, l’errore può anche succedere... anche se non dovrebbe. Quando però diventa ‘quasi’ la regola, vuol dire che qualcosa non va: e non necessariamente per non conoscenza delle infinite regole della nostra difficilissima e articolatissima lingua; può (probabilmente) succedere per la fretta, per una imprevista distrazione, per un incidente... Ma, se di questo si trattasse, basterebbe, allora, rileggere con attenzione il comunicato prima di metterlo in rete! Grave sarebbe, invece, se si trattasse di altro.

Per venire a un esempio, mi rifaccio all’ultimo comunicato, fresco fresco.

Leggo: “Da questa mattina gli agenti della Polizia Locale, coordinati dal responsabile del servizio Vincenzo Marchioli, hanno effettuati una serie di controlli”.

Nello stesso comunicato leggo che l’operazione “Mare Legale” è finalizzata a combattere «L’abusivismo commerciale (che n.d.r.) è una piaga sociale a danno dei commercianti che pagano le tasse e rappresentano un pericolo per la salute degli acquirenti» (sic!).

Mi chiedo ora quale sarà l’atteggiamento che assumeranno i commercianti sansalvesi citati, cioè quelli che pagano le tasse: 

a) non pagare più le tasse per non provocare pericolo per la salute degli acquirenti 

b) promuovere un’azione legale (per calunnia? diffamazione a mezzo stampa?) a propria difesa dall’accusa sostenuta dal comunicato del Comune di San Salvo.

                                                                                                                                      Romolo Chiancone

 

Romolo CHIANCONE

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK