Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Centro anziani, Marchese mostra i documenti che smentiscono l'amministrazione

«Dovete fare un passo indietro»

Condividi su:

Nel Consiglio Comunale tenutosi lunedì 2 febbraio a nome del gruppo di San Salvo Democratica ho rivolto un invito al Sindaco di San Salvo ad intervenire per ripristinare  la condizione di correttezza e legalità all’interno dei centri diurni anziani al fine di garantire un corretto svolgimento nelle elezioni per il rinnovo dei consigli di amministrazione degli stessi.
Non mi interessa la polemica.

A San Salvo Democratica interessa che le elezioni si svolgano nella massima correttezza e senza interferenze esterne, chi pensava di far prevalere determinate scelte su altre deve fare un passo indietro.

Devono essere gli anziani a scegliersi i propri rappresentanti come hanno sempre fatto.
Per questo riconfermo che i 27 nominativi portati dagli assessori dopo la chiusura del seggio non possono essere inseriti. Tra l’altro scorrendo l’elenco dei nominativi, è stato notato che gli stessi sono familiari di amministratori di maggioranza ed ex candidati del centrodestra alle ultime elezioni comunali.

L’Assessore ai servizi sociali Travaglini e il Presidente della commissione Raspa hanno risposto che le mie affermazioni erano infondate e gratuite e che la chiusura del seggio fosse alle 24 e non alle 16 come da me dichiarato.

Siccome non sono né sprovveduto e tantomeno superficiale vi allego i documenti che dimostrano quanto avvenuto:
1) Avviso pubblico firmato dalla direzione della cooperativa che gestisce i centri anziani dove si annuncia che le iscrizioni saranno chiuse alle 16 di sabato 31 gennaio;
2) Lettera inviata al Sindaco e al Presidente del centro anziani da parte di due componenti dell’attuale consiglio di amministrazione dove si denuncia la situazione di irregolarità avvenuta.

Questi documenti dimostrano qualora ve ne fosse ancora bisogno che vi è chi pur di giustificare il proprio operato cerca di arrampicarsi sugli specchi.
Questo modo di amministrare che “chiamano nuovo” è leggero e superficiale e va a ledere l’autonomia degli anziani nel scegliersi i propri rappresentanti.
A nome di San Salvo Democratica invito nuovamente il Sindaco ad intervenire nel far fare un passo indietro agli assessori e garantire che le elezioni vengano svolte senza interferenze esterne.

Condividi su:

Seguici su Facebook