Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

San Salvo Adesso: «Una destra volgare»

Nessun senso delle istituzioni da parte della destra al governo della città

Condividi su:

Così come afferma l’ormai capo dell’amministrazione di destra Eugenio Spadano, “non vorremmo prestarci a rispondere a comunicati stampa che utilizzano un linguaggio non consono alla nostra cultura e a quella della maggior parte dei cittadini di San Salvo. Non abbiamo mai voluto oltrepassare il limite del confronto politico servendoci di espressioni offensive e provocatorie, perché siamo convinti che, più che parlare, bisogna lavorare e impegnarsi seriamente per il bene comune”.
San Salvo Adesso ha fatto una proposta di mozione ( vedi immagine allegata), che siamo lieti trovi il consenso del dottor Spadano e di tutte le liste di destra che lo sostengono. Saremo sempre al fianco di qualunque proposta tesa ad avvantaggiare i nostri concittadini. Quando vengono stabilite delle tasse dal governo nazionale dovere delle istituzioni locali è quello di tenerle il più basse possibili, (ciò che ricordiamo non è avvenuto neanche con la TASI), il governo persegue il bene comune e non di un singolo o di una sola parte, per voi sarà una novità, voi che siete stati sostenitori per anni, dei peggiori governi nazionali!
Facciamo politica dottor Spadano, non ci siamo trastullati alla Leopolda, non eravamo all’olgettina, non abbiamo rais, quello accadeva un tempo dalle vostre parti. Comprendiamo il disorientamento di una destra che ha perso un capo ed è alla ricerca di un posto dove appendere il cappello. Ma voi oggi siete amministratori, quindi usate un linguaggio consono alle istituzioni, ed abbiate il rispetto dovuto a chi ha il coraggio della proposta. Chi scrive i vostri comunicati? La strega di Biancaneve? Siate meno livorosi, guardate al merito delle cose, comprendiamo che lo schermo di un computer non dia la percezione esatta che il linguaggio eccessivo che utilizzate sia rivolto a delle persone, ma rappresentate una istituzione, ricordatevelo.  A presto!

Condividi su:

Seguici su Facebook