Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

'Aspettando il Campionato italiano Master Fidal', intervista al campione italiano in carica Vito Sardella

Condividi su:

Terza puntata di Aspettando il Campionato italiano Master Fidal con il campione italiano master uscente: il pugliese Vito Sardella. Nativo di Monopoli (Ba), da qualche mese lavora a Vasto (Porto di Punta Penna); papà di Francesca e Cosimo, spesso presenti alle imprese del loro genitore, il campione italiano uscente è intenzionato a  riconfermare la sua impresa della scorsa stagione.

Dopo la positiva esperienza in Calabria nella scorsa stagione quest'anno speriamo di vederti nuovamente sul gradino più alto del podio a San Salvo Marina. Come stanno le gambe a due settimane dall'evento tricolore?
Fisicamente sto bene, gli allenamenti sono regolari e non ho avuto interruzioni. Sono solo leggermente più lento perchè i miei allenamenti si stanno proiettando sulle distanze lunghe. Cercherò in gara di mantenere un'alta intensità per evitare di arrivare allo sprint con potenziali miei rivali.

Quest'anno c'è stata una svolta nella tua carriera con l'esperienza nelle ultra maratone. Cosa ne pensi?
Veramente sono già due anni che mi sto dedicando alle ultramaratone. È stato, ma lo è ancora, un adattamento molto difficile perché nelle gare di ultra i ritmi sono molto più lenti invece le mie gambe vogliono andare. Penso che posso dare tanto soprattutto per la Nazionale e sono sicuro che le sorprese non mancheranno.

Oltre alla passione per la corsa hai quella per la carriera militare. Sappiamo che a breve ci sarà un progetto che coniuga questi tuoi interessi. Puoi descrivercelo?
La mia carriera militare è al primo posto su tutto perché è il mio lavoro. È sempre difficile coniugare sport, lavoro e famiglia ma quest'anno è un anno particolare, ricorre il 150° anniversario del Corpo delle Capitanerie di Porto e insieme alla Direzione Marittima di Pescara abbiamo pensato ad un grande progetto. Il senso del progetto è dare testimonianza del lavoro svolto per la nostra amata Nazione dal Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera.
Volendo sintetizzare in poche parole, verrà organizzata una maratona a tappe lungo il litorale di giurisdizione della Direzione Marittima, all'arrivo di ogni tappa, nel complesso ce ne saranno quattro, saranno organizzati incontri a tema con l'utenza nella quale verrà illustrata l'attività del Corpo. Tutto ciò coinciderà con l'inizio della stagione balneare. Un sogno che immaginavo da dieci anni e che ora si è fatto realtà!

Cosa si prova a indossare la maglia tricolore di Campione d'Italia?
Un'emozione indescrivibile! Pensi... "ora sono il più forte d'Italia!". Peccato che duri solo 365 giorni e che non sia facile riconfermarsi.

Dalla Calabria all'Abruzzo... da Bianco a San Salvo Marina, a proposito cosa ne pensi della Podistica San Salvo organizzatrice della manifestazione tricolore?
L'ho pensato dal primo momento che mi avete anticipato la vostra designazione da parte della Fidal. Vedo in Voi tanto entusiasmo, passione e tanta tanta complicità. Elementi essenziali per la riuscita di un evento che farà tanto parlare. L'esperienza del Campionato Italiano di Bianco, sebbene avessi conseguito il titolo di campione italiano, è stata pessima. Tutt'altro che organizzata! Non c'è stata attenzione per nessuno neanche per gli atleti di fuori regione. Mancava anche l'acqua e senza ristori insomma, un campionato italiano da dimenticare.
Meno male che noi podisti dimentichiamo velocemente. Ma pensiamo a quello che sarà; sarà un grande Campionato Italiano, sono sicuro perchè San Salvo e voi della Podistica ve lo meritate.

Condividi su:

Seguici su Facebook