Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Sconfiggere il Paterno" é l'imperativo categorico di Rufini

I biancazzurri decisi a compiere il sorpasso

Condividi su:

U.S. San Salvo-Paterno è il match-clou della  dodicesima giornata di campionato.

Anche Miglianico-Vastese è una partita da scintille. I vastesi, dopo la battuta d’arresto contro il Morro d’Oro, non hanno nessuna intenzione di  subire un altro sopruso. Comunque, il Miglianico, quarto in classifica, farà di tutto per non deludere il suo pubblico. Partita da vedere.

Alla squadra di Rufini si presenta un’occasione d’oro, dal momento che solo due punti dividono i biancazzurri dal Paterno primo in classifica a quota  con 23. La vittoria è d’obbligo per i sansalvesi, che giocheranno davanti ai loro tifosi. Si prevede una stadio tutto esaurito. L’allenatore Rufini crede al sorpasso.

Anche i giocatori biancazzurri sono convinti che  la squadra di Iodice è battibile. E’ innegabile che il San Salvo ha il tridente più forte del campionato. Marinelli ha già messo nel carniere 7 reti. Antenucci il terrore dei portieri ha segnato cinque reti. Di Ruocco finora è rimasto all’asciutto, ma con le sue folate irresistibili crea spazi alle punte. Non segna, ma fa segnare. Nello scorso campionato, il folletto biancazzurro, ha segnato 4 reti.

Quaranta non è ancora pronto per il rientro, ma domenica prossima contro la Vastese  dovrebbe tornare in campo a tempo pieno. Qualche dubbio c’è sull’utilizzo di Cordisco.

Nel fronte Paterno, Gabrieli è stato squalificato dal giudice sportivo, Paris e Micciché sono infortunati, ma Iodice  spera di poterli inserire nella formazione base. Catalli è in forma strepitosa. Mister Rufini riguardo alla formazione da opporre al Paterno,  non dovrebbe discostarsi da quella che ha battuto 3-0 la Torrese. Un giocatore esperto come Felice “Lupo”  potrebbe essere molto utile per mister Rufini.

Ecco la probabile formazione del San Salvo: Colanero, Vicoli, Ramundo,  Triglione, Ianniciello, Izzi, Ferrante, Di Pietro, Marinelli, Di Ruocco, Antenucci.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook