Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

U.S. San Salvo: dopo la coppa multe e squalifiche fioccano sui bianc'azzurri

La prossima partita contro la Torrese dovrà essere giocata a porte chiuse ed è stata inflitta alla società una sanzione di 3500euro

Condividi su:

Oltre al danno la beffa verrebbe quasi da dire in conclusione dei due giorni appena terminati per l'U.S. San Salvo. E' infatti arrivata oggi, negli uffici della dirigenza, la notifica di una sanzione parte del giudice sportivo. 

La comunicazione parla, in prima istanza, di una gara casalinga, la prossima in programma contro la Torrese tra due settimane, da giocare obbligatoriamente a porte chiuse e di una somma di denaro pari a 3500 euro da versare direttamente alla federazione a causa dell'introduzione e dell'utilizzo, da parte dei tifosi, di 'materiali pirotecnici nel settore ad essi dedicato con ulteriore lancio di oggetti sul terreno di gioco'. 

Ma la sanzione non termina qui visto che anche la dirigenza è stata colpita dalla tagliola della federazione, nello specifico: il team manager Daniele Palumbieri, espulso nel corso dell'incontro, ha ricevuto una notifica di inibizione a svolgere ogni attività fino al prossimo 1 aprile per aver rivolto 'espressioni irriguardose all'indirizzo della terna arbitrale e dei funzionari della federazione'.

Ultimi ad essere colpiti dai provvedimenti della Federazione stessa sono stati ai due allenatori in campo, vale a dire mister Rufini e mister Bernardi - che dovranno scontare due giornate di squalifica - a causa delle espressioni offensive pronunciate a margine della gara.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook