Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

E' proprio vero "L'acqua va sempre al mare"

L'intervento di un lettore sul calendario delle manifestazioni estive

Condividi su:

L'avvento dei grossi centri commerciali e della grande distribuzione, ha dato uno scossone a tutte quelle piccole attività commerciali, che erano il cuore pulsante dei nostri paesi.                                      

Una volta i piccoli commercianti avevano un rapporto familiare con i clienti, che magari andavano più volte al giorno ad acqistare le merci necessarie per tirare avanti, a seconda della disponibilità e della reale necessità.

Ricordo con nostalgia quando le nostre nonne, con il fazzoletto nero in testa ed il grembiule altrettanto nero (La mandir), si recavano a fare laspesa al vicino "Generi Alimentari" che era fornito di tutto. La maggior parte delle volte tiravano fuori dalla tasca del grembiule, un librettino con la copertina nera, dove il commerciante annotava la spesa quotidiana,che veniva pagata quando i contadini, gli operai e gli artigiani  riscuotevano quei pochi soldi che consentiva loro di andare avanti.      

Il progresso, l'evoluzione, l'industrializzazione hanno portato benessere per molti senza dubbio, ma per altri (piccoli commercianti, artigiani etc.), è stato l'avvio verso un declino irreversibile, senza nessuna possibilità di ritorno. 

Venendo al dunque,tutte quelle piccole attività che sono riuscite a sopravvivere con enormi sacrifici, per un fatto di attaccamento al mestiere ed alla tradizione familiare, oggi avrebbero bisogno di maggiori tutele ed  agevolazioni fiscali.                                                                              

L'amministrazione comunale dovrebbe  tutelare questi coraggiosi, non solo prevedendo nel programma estivo manifestazioni ed eventi nel centro storico, ma anche attraverso interventi che diano la possibilità di mantenere la presenza nella nostra città di questo pezzo della nostra storia.                     

Il benessere derivante dal turismo deve essere ripartito equamente fra la collettivita, non può essere solo a vantaggio di pochi e magari neanche cittadini sansalvesi che incassano e portano via il guadagno.      

 

    

                                                                                

   

Condividi su:

Seguici su Facebook