Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sit in al Consorzio, necessario un contributo straordinario regionale per il Consorzio

Necessario un contributo regionale straordinario per soddisfare gli agricoltori

Condividi su:

Sit in di protesta davanti al Consorzio di Bonifica Sud. Questa mattina già dalle 8.00, decine di di agricoltori e rappresentanti delle confederazioni agricole quali Cia, Copagri, Confagricoltura si sono riuniti innanzi alla sede di Vasto.

Alle 10.30 il commissario Rodolfo Mastrangelo ha udito una delegazione che ha presentato le istanze degli agricoltori.

Motivo principale della protesta l'aumento del 57% dei canoni consortili, decisione presa con delibera commissariale da Giampiero Leombroni. Presenti per le confederazioni Alessandro Impicciatore presidente regionale giovani agricoltori della CIA, che ha ricordato come molti giovani si stiano avvicinando al mondo agricolo e che misure come quella dell'aumento dei canoni consortili, non fanno altro che respingere, anzichè attrarre nuove forze produttive. Tommaso Dell'Oso della Copagri, ha chiesto un intervento da parte della regione, dato che il deficit in cui versa il Consorzio è stato creato dalla politica, è la politica che deve rimediare.

Il commissario, ha ricordato ai presenti una serie di azioni che ha messo in campo, per recuperare un debito di oltre 20 milioni di euro. "Stiamo lavorando risparmiando e cercando di introitare dei soldi per coprire questi debiti. Nel progetto di ammodernamento della zona di Altino e Perano, abbiamo investito 5 milioi di euro mettendo i primi contatori. Abbiamo coinvolto l'Acea chiedendo di farci arrivare l'acqua per ricaduta con un risparmio per l'ente di ben 800 mila euro. Intendiamo dismettere alcune strutture di prorpietà del Consorzio, tra cui un capannone sito a San Salvo, in via Montenero che copre un'area di 8.000 mq.. Abbiamo vinto una causa con l'azienda Cirulli, che ci permetterà di introitare canoni su oltre mille ettari di terreno. Inoltre con un accordo con l'Arap, Sasi e Consorzio di Bonifica molisano, andremo ad avere maggiori entrate per un milione di euro".

Il commissario rassicura che entro ottobre saranno pronti progetti per installare dei contatori anche sulla piana del Trigno, una delle richieste degli agricoltori della protesta di febbraio.

Le confederazioni apprezzando quanto finora svolto dal commissario, hanno chiesto comunque rassicurazioni inerenti ai canoni consortili, dati gli impegni che la regione aveva preso in merito. Il Commissario, ha affermato di aver avuto rassicurazioni dall'assessore al bilancio della Regione Abruzzo Silvio Paolucci, riguardo alla possibilità di avere un contributo straordinario con l'assestamento del bilancio in programma per il 15 luglio prossimo.

La richiesta ultima è stata quella di utilizzare questo contributo per rivedere gli aumenti per il prossimo anno, affinché il settore agricolo non venga messo in ginocchio, decisione che verrà assunta dalla Consulta, ha rassicurato Mastrangelo, a differenza di quanto è avvenuto con Leombroni che la consulta non la riunì mai. Necessaria dunque, l'azione e l'attenzione della Regione Abruzzo in merito, solo con il suo impegno su questo contributo le istanze degli agricoltori potranno essere soddisfatte.

Occhi puntati dunque su Silvio Paolucci.

Condividi su:

Seguici su Facebook