Al via il Turismo delle Radici

Giornate di studio tra San Salvo e Riccia il 13, 14 e 15 luglio

| di Rosaria Spagnuolo
| Categoria: Attualità
STAMPA

Al via tra l’Abruzzo e il Molise il “Turismo delle Radici”, una forma di turismo che permette di conoscere e di scoprire qualcosa che appartiene già al turista, perché fa parte della sua storia e della sua cultura che è la memoria delle sue radici. Questa forma di turismo è chiamata anche turismo genealogico, in quanto si riferisce principalmente ai discendenti di emigrati che durante le ferie tornano a visitare e a vivere i luoghi della loro storia. Un turismo culturale, connesso con la storia del territorio, con le sue tradizioni, legate anche all’artigianato e all’enogastronomia di quei luoghi.

Dal 13 al 15 luglio parte un percorso formativo che vuole creare la base di nuove sinergie e interrelazioni tra l’Abruzzo, il Molise e la Calabria, tra scuole e enti, per la diffusione del Turismo delle radici e la formazione di nuove qualifiche regionali, un nuovo percorso scolastico di scuola superiore e uno studio più approfondito del territorio.

Un ruolo importante avrà l’ Università della Calabria si occuperà dell’ Alta formazione con la Prof. ssa Sonia Ferrari (Docente di marketing territoriale e del turismo nel Dipartimento di economia) e con la Dott. ssa Tiziana Nicotera (cultore della materia e ricercatrice nello stesso Ateneo); l’ Istituto Omnicomprensivo del Fortore Riccia – S. Elia si occuperà di ampliare il proprio curriculo, allo scopo di qualificare e diplomare i propri operatori agroalimentari in Turismo delle radici. Nascerà il “Consulente turistico delle radici, tecnico eno gastronomico per il turismo delle radici”; il Centro di formazione Pmi Services di San Salvo si occuperà di organizzare corsi di formazione per Accompagnatore turistico di Turismo delle Radici, per promuovere il territorio (per la durata di 323 ore più 120 di tirocinio) e di  Operatore di promozione ed accoglienza turistica (per la durata di 263 ore più 120 di tirocinio); i comuni tra Abruzzo e Molise che si occuperanno di organizzare summer school in Turismo delle radici aperti anche a propri concittadini residenti all’estero o in altra parte dell’ Italia; le scuole che in questi anni hanno attivato la Didattica del Territorio che condivideranno la metodologia e le attività didattiche e focalizzeranno la loro attenzione ancora più sul Territorio; l’Istituto italiano Castelli del Molise che cercherà di far inserire nei “pacchetti turistici” le tante storie, immagini e curiosità relative alle secolari risorse rappresentate dai castelli, monasteri e palazzi gentilizi dei nostri borghi.

Programma formativo delle tre giornate: 13-14 e 15 luglio 2021

Martedì 13 luglio presso la PMI Services a San Salvo

Ore15.00: Fabio Travaglini (Presidente Agci)-Formazione e cooperazione per il turismo delle radici

Ore16.00: Antonio Bini (Direttore Editoriale di Abruzzo nel Mondo)-Emigrazione e spopolamento. Viaggio alla riscoperta dei luoghi e delle radici. Bisogni e aspettative

Ore17.00: Everardo Minardi (Docente sociologia dello sviluppo locale, Università di Teramo)-Il turismo delle aree  interne per attivare uno sviluppo locale partecipato

Ore18.00: Alfredo Agustoni (Docente di sociologia dell'ambiente e del territorio, Università di Chieti)-Turismo delle radici, luoghi e comunità immaginate

Mercoledì 14 luglio–Aula Magna IPSASR Riccia (CB)

Ore9.30: Sonia Ferrari (Docente di marketing del turismo e marketing del territorio, Università della Calabria)-Alberghi diffusi, event marketing e turismo esperienziale

Ore10.30: Tiziana Nicotera (Ricercatrice in marketing del turismo e territoriale, Università della Calabria)-Il marketing del turismo e il turismo delle radici sul piano  del marketing turistico-territoriale

Ore11.30: Orazio Di Stefano (Sociologo, Ufficio comunicazioni di Pmi Services)-Reti per il turismo delle radici.

-Seguiranno laboratori di apprendimento –

Giovedì 15 luglio –Aula Magna IPSASR Riccia (CB)

Ore9.30: Ernano Marcovecchio (Docente di storia e curatore del diario di un emigrante)-L'emigrazione nel sud Italia all'inizio del`900. Il caso di Francesco Barisano

Ore10.30: Lucio Giorgione (consigliere del direttivo nazionale IIC)-Il patrimonio Castellano del Molise

Ore11.30: Franco Valente(presidente Istituto Italiano Castelli sezione Molise)-Contaminazioni rinascimentali nei Castelli Molisani con visita alla tomba  dei DiCapua

Presso la Sala ricevimenti del Villaggio Turistico Ciocca

Ore16.00:  Presentazione del primo percorso sul turismo delle radici in una scuola pubblica (IPSASRdiRiccia-CB) e dei corsi formativi riservati a operatori del turismo delle radici presso PMI SERVICE di SanSalvo (CH)

Lucia Vitiello (Dirigente scolastico Istituto Omnicomprensivo del Fortore Riccia-S.Elia);

Pietro Testa (Sindaco di Riccia);

Fabio Travaglini (Dirigente PMI Services)

Intervengono

Tiziana Nicotera (Ricercatrice in marketing del turismo e territoriale-Università della Calabria)

Ernano Marcovecchio (Sindaco di Tufillo)

Franco Valente (Storico dell'architettura dei castelli)

Manuele Marcovecchio (Presidente Commissione territorio Regione Abruzzo)

Roberto Di Baggio (Assessore alla Formazione ed Istruzione della Regione Molise)

Modera e conclude

Orazio Di Stefano (Sociologo, Ufficio comunicazioni di PMI Services)

Rosaria Spagnuolo

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK