Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'Us San Salvo presentato in Comune

Scambio di omaggi tra la società biancazzurra e l'amministrazione comunale

Condividi su:

Si è svolta in un clima festoso nell’aula consiliare la cerimonia di presentazione dell'Us San Salvo. A fare gli onori di casa, il sindaco Tiziana Magnacca e il vicesindaco Angiolino Chiacchia.
All´incontro con il primo cittadino di San Salvo, la società biancazzurra è stata presente con tutti i giocatori della squadra capitanata da Vito Marinelli, l´intero staff dirigenziale e tecnico, il presidente Evanio Di Vaira, il direttore generale Meuccio Di Santo e il presidente onorario Nicola Minicucci. Presenti in sala un nutrito gruppo di supporter biancazzurri.

L’orario d’inizio è stato rispettato in pieno. La cerimonia è iniziata con l’intervento del sindaco che ha fatto gli auguri alla società e ai giocatori per un campionato scintillante. Ha ricordato poi che l’amministrazione comunale crede nello sport e che entro sei mesi i tre impianti sportivi comunali saranno rimessi completamente a nuovo. «Auguri alla società, alla squadra, ai tifosi - ha detto nel suo intervento  il vicesindaco Chiacchia -  i tifosi sono l’anima degli avvenimenti sportivi. Ringrazio l’allenatore Gallicchio, che stimo molto per la sua serietà e professionalità. Speriamo in un ottimo campionato del San Salvo».

Il presidente onorario Nicola Minicucci ha tenuto a rimarcare che è affezionato alla squadra biancazzurra. Ha assicurato, inoltre, che ci sono molti progetti in vista. Dopo l’intervento di Minicucci, ha preso la parola il presidente Di Vaira.

«Ringrazio il sindaco, il vicesindaco e l’amministrazione comunale - ha dichiarato il patron del San Salvo - sono tifoso del San Salvo da 35 anni. Ho accettato la carica quando ho visto l’ingresso di altri soci. Molta gente sta tornando allo stadio. Abbiamo conservato quasi l’intera rosa, che è stato puntellato con i giocatori di serie superiore. L’allenatore Gallicchio sta facendo un ottimo lavoro. Grazie a lui, il gruppo è coeso. Amo la città dove vivo. Il mio impegno sarà al 100 per cento; lavorerò per riportare le famiglie allo stadio. Tante iniziative bollono in pentola: l’università del calcio per i bambini nati nel 2009, l’esibizione sportiva con la squadra nazionale degli ipovedenti. Se poi riesce, il 4 ottobre porteremo in dono a Papa Francesco un pallone con le firme dei calciatori ipovedenti».

«Cercheremo di fare bene - ha asserito Di Santo - ci teniamo a conquistare la Coppa Disciplina. Ho molta fiducia nell’allenatore Gallicchio, serio e preparato. Tutti i nostri giocatori sono squisiti. Speriamo che diventino tutti campioni. Comunque voglio dire ai nostri ragazzi che è sempre meglio essere campioni nella vita che nello sport. Ringrazio i tifosi, l’amministrazione comunale, gli sponsor,  la stampa».

Alla fine, mister Gallicchio: «Ringrazio la società per avermi  riconfermato. Ho accettato perché mi piace San Salvo, la squadra è come una grande famiglia, così posso lavorare bene. Ci tengo anch’io a conquistare la Coppa Disciplina. È riduttivo dire che ci interessa la salvezza, speriamo in qualcosa di più. Dobbiamo disputare un buon campionato, soprattutto per onorare la città».

La cerimonia si è conclusa con lo scambio di omaggi tra la società biancazzurra e l’amministrazione comunale. Domani, la squadra di Gallicchio, avrà un bel da fare contro la pericolosa Alba Adriatica allo stadio di Cupello. Si spera nella terza vittoria consecutiva dei biancoblu. 

RIPRESE E MONTAGGIO MARCO SCIULLO

FOTO DI SIMONE COLAMEO

Condividi su:

Seguici su Facebook